Sign up with your email address to be the first to know about new products, VIP offers, blog features & more.
[mc4wp_form id="5505"]
Questo sito contribuisce all'audience di

Latte materno: troppa speculazione. Le mamme lo vendono e le società si arricchiscono

È un latte prezioso per le proteine e gli anticorpi che possiede e per questo è sempre più richiesto. Aumentano le aziende che lo raccolgano con diverse incognite sanitarie, a partire dai rischi di trasmettere malattie.

Condivisioni

VENDITA LATTE MATERNO –

Il latte materno è al centro di una grande speculazione. Una volta riconosciuta e affermata la sua importanza, dal punto di vista scientifico, per la crescita del neonato, è scattata ovunque la corsa al latte materno. Esistono delle banche che lo ricevono da donatori e venditori e poi, quando non se ne fa un uso per la rete del volontariato, lo mettono in vendita sul mercato a un prezzo che varia dai 40 ai 150 dollari al litro. In pratica, come scrive la rivista  Wired, è nato un nuovo liquid gold, oro liquido che intercetta la domanda in continua crescita di latte naturale materno. Specie in America dove, ricordiamolo, non sono previste sospensioni retribuite dal lavoro per le donne dopo il parto. Mentre qualcuno specula, altri, e si tratta di donne, arrotondano le entrate familiari: una mamma, che di latte ne aveva in abbondanza, ha raccontato al New York Times, di avere ricavato oltre 2mila dollari grazie a queste vendite.

LEGGI ANCHE: Latte materno, i benefici per la mamma e il neonato. I risultati di una ricerca

BUSINESS LATTE MATERNO –

Attorno a questo ricco mercato si stanno muovendo le società del settore, spinte anche dalla leva finanziaria degli investitori del venture capital che sentono odore di grandi affari. Una piccola società, la Prolact Bioscience, che acquista, processa e rivende il latte materno prodotto da mamme in eccesso rispetto alle esigenze dei loro piccoli, ha appena raccolto 46 milioni di dollari da parte degli investitori per migliorare la propria tecnologia e aumentare così il latte raccolto. A Detroit, dove questo tipo di società hanno rimpiazzato il lavoro andato perduto con il ridimensionamento dell’industria automobilistica, la Medolac ha avviato una campagna a tappeto per l’acquisto del latte materno, ma è stata bloccata da una forte pressione dell’opinione pubblica che accusava i dirigenti dell’azienda di volere speculare sulla povertà dei quartieri neri della città, dove i tassi di mortalità infantile sono molto alti.

ACQUISTO LATTE MATERNO –

Infine, l’aspetto sanitario. Il latte materno è famoso per le sue caratteristiche, da qui le tante richieste: è pieno di proteine e di anticorpi molto preziosi per i bebè. Ma il latte raccolto per poi essere lavorato e rivenduto è esposto al rischio, in assenza di controlli adeguati, della possibile trasmissione di malattie. Un motivo in più per aprire gli occhi sulla speculazione.

PER APPROFONDIRE: Latte in polvere per neonati, è di nuovo scandalo sui prezzi italiani