Sign up with your email address to be the first to know about new products, VIP offers, blog features & more.
[mc4wp_form id="5505"]
Questo sito contribuisce all'audience di

Silenzio, prego: così la Finlandia promuove il turismo. E ci ricorda i danni alla salute del troppo rumore

Una campagna del ministero del Turismo della Finlandia ispirata proprio al piacere di godersi i luoghi nel silenzio. Tremila morti di infarto all’anno in Europa per l’eccesso di rumore.

Condivisioni

VALORE DEL SILENZIO IN FINLANDIA –

In periodo di vacanze pasquali vale la pena riflettere sull’importanza del silenzio, un bene prezioso al quale rinunciamo vivendo sommersi dai rumori. E ci riflettiamo a partire proprio da come la mancanza di rumore possa essere perfino un’attrazione turistica, per fare appunto delle vacanze speciali.

Silenzio, prego.  Con questo semplicissimo slogan il ministero del Turismo della Finlandia ha lanciato una campagna pubblicitaria per rinnovare l’immagine del Paese e spingere i turisti a visitarlo. I risultati sono stati sorprendenti, come si vede dal sito www.visitfinland.com il silenzio è diventato così uno dei punti di forza per l’economia del turismo in Finlandia.

LEGGI ANCHE: L’importanza del silenzio, i rumori inutili rovinano l’udito e soprattutto la testa

I RISCHI DEL RUMORE ECCESSIVO –

Ma sono proprio i finlandesi, attraverso una serie di studi scientifici, a ricordarci che i vantaggi del silenzio sono a tutto campo, e non riguardano solo la possibilità di apprezzare meglio la bellezza e l’autenticità dei luoghi. C’è innanzitutto un vantaggio per la salute che rischiamo di sprecare con gli eccessivi rumori. L’Organizzazione mondiale della sanità (Oms) ha quantificato i danni per la salute dei cittadini europei a causa del troppo rumore, specie nelle città. I risultati sono impressionanti. I 340 milioni di abitanti dell’Europa occidentale perdono ogni anno un milione di anni di vita sana a causa del rumore. Non solo. Il rumore inutile è alla base di tremila morti per malattie cardiache.

L’IMPORTANZA DEL SILENZIO –

Al contrario, il silenzio è uno strumento ideale di riposo del cervello, che spesso soffre di disturbi legati all’affaticamento. Grazie al silenzio, così, il cervello recupera forza ed energia, pur rimanendo attivo e continuando a raccogliere ed elaborare informazioni. Infine non dimenticate l’etimologia anglosassone della parola noise, rumore. Viene dal latino nausea, e spiega il fastidio che le persone subiscono quando il silenzio è violato con continuità. Lo slogan dei finlandesi, dunque, possiamo applicarlo alle nostre vite quotidiane: Silenzio, per favore.

PER APPROFONDIRE: Inquinamento acustico, quando il rumore influenza la qualità della vita

LEGGI ANCHE: