Sign up with your email address to be the first to know about new products, VIP offers, blog features & more.
[mc4wp_form id="5505"]
Questo sito contribuisce all'audience di

Insetti e lumache nell’orto: la trappola migliore, senza prodotti chimici

Partite da una bottiglia di plastica, praticate due piccoli fori. E versate zucchero, aceto e acqua. Il colore giallo attira gli insetti e impedisce alla pioggia di inquinare il contenuto.

di Posted on
Condivisioni

TRAPPOLA PER INSETTI CON BOTTIGLIA

Insetti, afidi, parassiti, lumache. L’elenco dei nemici dell’orto è molto lungo, e si tratta di animali sempre in agguato. Per fermarli, però, non cedete subito alle lusinghe dei prodotti industriali, con diversi contenuti chimici. Provate prima la nostra soluzione naturale: molto semplice ed efficace.

LEGGI ANCHE: Fertilizzanti naturali, i rimedi fai da te per la cura del giardino e dell’orto

COME ALLONTANARE GLI INSETTI NOCIVI DALLE PIANTE

In particolare, vi segnaliamo l’efficace stratagemma adottato dal nostro lettore Giuseppe Monti che utilizza i contenitori dei cremini per costruire delle trappole fai da te in grado di catturare gli insetti dannosi senza però attirare quelli utili.

TRAPPOLA PER INSETTI VOLANTI

  1. Per cominciare, eseguite due forellini alla sommità della bottiglia in modo da far passare i ganci del ferretto.
  2. Praticate due fori anche sul fondo del contenitore del cremino in modo da far passare i ferretti: fate in modo che il contenitore del cremino sia di colore giallo.
  3. Versate nella bottiglia due cucchiai di zucchero, un bicchiere di aceto e acqua in quantità sufficiente in modo da coprire quasi metà bottiglia.
  4. Il contenitore deve scorrere lungo il ferretto e non deve chiudere l’ingresso della trappola.

PER APPROFONDIRE: Non sprecare, in un libro il racconto di un nuovo stile di vita. Conveniente per tutti

QUAL È LA FUNZIONE DEL CONTENITORE

Il giallo attira gli insetti e, allo stesso tempo, impedisce alla pioggia di inquinare il contenuto.

QUANDO UTILIZZARE IL CONTENITORE

Posizionate le trappole quando i fiori di Pesco o quelli degli altri alberi da frutto iniziano ad aprirsi e, se notate che la trappola ha funzionato, dopo alcune settimane sostituite il contenuto e procedete allo stesso modo fino al completamento della raccolta dei frutti.

In particolare Giuseppe adopera tre o quattro trappole per ogni albero da frutta e una trappola posizionata su un paletto, ogni tre metri, sulle file dei peperoni e dei cavoli.

COME CURARE ORTO E GIARDINO IN MODO NATURALE:

 

 

LEGGI ANCHE: