Sign up with your email address to be the first to know about new products, VIP offers, blog features & more.
[mc4wp_form id="5505"]
Questo sito contribuisce all'audience di

Telecom diventa TIM: come fare per evitare aggravi con le nuove tariffe

Nuove tariffe, bollette mensili, rescissione da comunicare: cosa cambia per i consumatori e cosa bisogna fare per non trovarsi sorprese indesiderate sul conto.

di Posted on
Condivisioni

TELECOM DIVENTA TIM –

Dal 1° maggio 2015 Telecom Italia non fornirà più servizi di telefonia fissa, ADSL o fibra, e tutti i clienti passeranno a TIM. Il passaggio sarà automatico ma le tariffe cambiano, e se non si recede dal contratto entro il 31 maggio si possono verificare sovrapprezzi.

PASSAGGIO AUTOMATICO, MA ATTENZIONE AI PREZZI –

Il passaggio da Telecom a TIM avverrà automaticamente: coloro che vorranno restare clienti Telecom con l’attuale offerta solo telefono o ADSL e voce non dovranno fare niente. La differenza sarà che passeranno ad essere clienti TIM e non più Telecom, e le bollette saranno mensili. Ma attenzione, perché le tariffe cambieranno e potrebbero non essere convenienti per tutti. Se non volete dover pagare i nuovi prezzi dovete comunicare entro il 31 maggio la vostra volontà di rescissione, altrimenti potrebbero esserci degli aggravi.

LEGGI ANCHE: Come limitare i danni derivanti dalle radiazioni dei cellulari

TIM TELECOM CASA –

Per tutti i casi viene eliminato il famoso canone telefonico, che era stato aumentato a novembre 2014 e che attualmente è pari a 18,54 euro al mese. Ci saranno poi quattro nuove tariffe TIM:

  • TUTTO VOCE: sarà il piano che verrà sottoscritto automaticamente da chi oggi ha un contratto con Telecom Italia solo voce (a meno che comunichi la propria volontà di rescissione). Include chiamate illimitate gratuite verso fissi e mobili, senza scatto. Costa 29 euro al mese, e quindi per chi chiama poco questa nuova tariffa potrebbe essere più costosa rispetto a quella precedente.
  • VOCE: questo piano, che non verrà automaticamente attivato a nessun cliente ma che è possibile richiedere, prevede un costo di 10 centesimi al minuto, sia verso fissi che mobili, senza scatto alla risposta. Costa 19 euro al mese, è può essere la più vantaggiosa per chi fa poche telefonate.
    TUTTO: tutti coloro che hanno un contratto ADSL e voce con Telecom passeranno ad avere questa tariffa TIM, che include navigazione flat fino a 7 Mbps e chiamate illimitate verso fissi e mobili, senza scatto. Costa 44,90 euro al mese per tutti, tranne per i clienti Telecom da più di 10 anni che usufruiranno di uno sconto, pagando 29 euro al mese il primo anno e 39 euro i successivi.
  • TUTTO FIBRA: questo piano è uguale a “TUTTO” ma la connessione Internet è più veloce perché si tratta della banda ultra-larga via fibra ottica. Costa 44,90 euro al mese il primo anno, poi 54,90 euro. Sarà attivabile da chi la richiederà, purché abbia copertura; per verificare la propria copertura fibra ottica consigliamo questa pagina.

LEGGI ANCHE: Dieci modi per risparmiare energia con il cellulare

RECEDERE DAL CONTRATTO TELECOM: COME FARE –

Chi non sarà interessato a usufruire delle nuove tariffe TIM potrà recedere dal contratto e scegliere una nuova compagnia; con l’ausilio del comparatore gratuito e indipendente di SosTariffe.it è possibile identificare la tariffa più adatta alle proprie esigenze: seguendo questo link è possibile consultare le tariffe ADSL attualmente sul mercato.

Bisogna non dimenticare però di effettuare il recesso con Telecom entro e non oltre il 31 maggio 2015, per evitare aggravi. A questa fine bisognerà inviare una raccomandata a/r comunicando il passaggio a un’altra compagnia o la cessazione definitiva dell’utenza.