Questo sito contribuisce alla audience di

Tablet, pc e smartphone: impediamogli di rovinarci il sonno

Prima di andare a dormire spegnete il cellulare, il pc e il tablet: le luci verdi e blu dei dispositivi elettronici disturbano e rovinano il sonno.

Tablet, pc e smartphone: impediamogli di rovinarci il sonno
Nella giornata mondiale del sonno aboliamo il pc nella stanza da letto
di

TABLET E SMARTPHONE: BANDIAMOLI. Oggi, giornata mondiale del sonno, il “World sleep day” vogliamo darvi alcini consigli pratici per non sprecare queste preziose ore.

Spesso vi capita di non riuscire a prendere sonno? Per caso prima di andare a dormire avete controllato la posta dall’iPad? Se la risposta è si, ecco individuata la causa della vostra notte insonne.

Commentare i post degli amici sui social network, leggere le mail dal tablet o navigare direttamente dal proprio smartphone prima di addormentarsi, disturba il sonno.

LEGGI ANCHE: Problemi di insonnia? Per dormire bene fate sport durante il giorno

COME DORMIRE BENE. Come spiega Charles Czeisler, ricercatore del Brigham and Women’s Hospital di Boston in un articolo pubblicato sulla rivista Nature, le luci verdi e blu di pc, tablet e cellulari inibiscono i neuroni del cervello che facilitano il sonno molto più di quanto non faccia la luce elettrica in generale aumentando il rischio di ammalarsi di patologie legate alla mancanza di sonno come malattie cardiache, obesità,  ictus e depressione.

I nuovi strumenti tecnologici se da un lato hanno rivoluzionato il nostro modo di comunicare dall’altro hanno anche completamente alterato il nostro ciclo naturale sonno-veglia portandoci a rimanere connessi per più tempo rispetto a quello necessario, con evidenti conseguenze negative sui ritmi del nostro riposo.

PER SAPERNE DI PIU': Computer, tablet e smartphone, come proteggere la vista

In particolare, le luci artificiali dei diversi dispositivi elettronici influenzerebbero il rilascio naturale della melatonina inibendo i neuroni del cervello che facilitano il sonno e allertando invece quelli dell’attenzione. Da qui la proposta del ricercatore di sostituire le luci verdi e blu con altre dalle tonalità rosse o arancio in grado di interferire di meno sul ciclo naturale sonno – veglia.

Ma, al di là delle possibili soluzioni tecnologiche, il consiglio migliore rimane comunque quello di spegnere tutti i dispositivi elettronici prima di andare a dormire, a vantaggio del nostro sonno ma soprattutto della nostra salute.

LEGGI ANCHE:

Ultime Notizie: