Sign up with your email address to be the first to know about new products, VIP offers, blog features & more.
[mc4wp_form id="5505"]
Questo sito contribuisce all'audience di

Svezzamento, per abituare i bambini senza traumi, seguite questi cinque consigli

Insistete, ma non perdete mai la pazienza. Non accendete la tv prima della pappa. Scegliete il cucchiaino giusto, e addio al ciuccio. Attenti alla consistenza della pappa.

Condivisioni

SVEZZAMENTO BAMBINI

Passare dall’allattamento ai cibi solidi, la famosa pappa, è uno dei momenti più delicati per un bambino. Una fase che va vissuta come un cambiamento graduale, senza fretta. Lo avviene tra il quinto e il sesto mese di vita, quando il piccolo inizia ad avere bisogno di minerali, in particolare di ferro, proteine e determinati grassi per lo sviluppo ottimale dal punto di vista psicomotorio.

LEGGI ANCHE: Latte di capra, tutti i benefici per la salute. Per i neonati è il più simile al latte materno

COME INIZIARE LO SVEZZAMENTO

Lo svezzamento non è sempre facile e immediato, anzi. La maggior parte dei piccoli, in questa fase di transizione, fa tanti capricci a tavola. Il passaggio alle pappe non si limita all’introduzione di alimenti nuovi e quindi richiede tempo e tanta pazienza, da parte dei genitori. La resistenza dei bambini è dovuta a tutta una serie di stimoli nuovi: sapori mai provati, consistenze diverse che dovranno essere masticate e quindi richiederanno un grado differente di determinazione per poterle assimilare. Questo significa che dovremo avere pazienza, tenacia e mettere da parte la nostra fretta.

La risposta del bambino alle nuove esperienze legate allo svezzamento si intreccia con un altro aspetto delicato: la rinuncia al piacere e al conforto dell’allattamento. Prima di passare alle pappe, egli riceve contemporaneamente sia un nutrimento per il corpo sia un nutrimento affettivo. Quindi, è importante non scoraggiarsi se il bambino proprio non ne vuole sapere di cambiare il proprio modo di nutrirsi.

PER APPROFONDIRE: Come prevenire i disturbi alimentari nei bambini, i 10 consigli della psicoterapeuta

CONSIGLI PER LO SVEZZAMENTO

Per far sì che lo svezzamento avvenga in maniera naturale, senza arrecare stress né a voi né al vostro piccolo, vi proponiamo 5 utili consigli:

  1. Insistere, senza perdere la pazienza. Questo è il giusto approccio per fargli accettare il cambiamento. Comprendendo le difficoltà e i gusti del bambino, evitando risposte rabbiose, egli riuscirà ad accettare l’allontanamento dal seno.
  2. Evitare le distrazioni. Accendere il televisore prima della pappa non aiuta né voi né lui. Distraendosi, sarà più difficile imboccarlo. Inoltre, non aspettate che lui manifesti di avere fame ma giocate di anticipo, evitando che diventi irritabile.
  3. Scegliere il cucchiaino giusto. I modelli in silicone sono molto morbidi e quindi più facili da accettare. Inoltre, per aiutare il bambino ad abituarsi è preferibile cominciare dandogli dei cucchiaini di frutta omogeneizzata.
  4. Addio ciuccio. Se ciucciare è uno dei suoi vizi, cercate di limitarne l’utilizzo senza rimproverarlo. Quando il piccolo non sentirà più il bisogno della suzione, lo abbandonerà trovando altre modalità per soddisfarsi.
  5. Occhio alla pappa. La consistenza è fondamentale per lo svezzamento. Ci sono bambini che preferiscono una pappa più liquida oppure più densa. Se il bambino è abbastanza flessibile, allora è possibile optare per una consistenza più densa. In questo modo sarà più semplice somministrargli la pappa e si sporcherà meno.

LE MIGLIORI RICETTE PER BAMBINI MOLTO PICCOLI:

  1. Crema di zucca, la ricetta di un piatto sano e nutriente, perfetto per la cena dei bambini
  2. Ricette vegetariane per bambini: tante idee gustose, originali e semplici da preparare
  3. Ricette sane, semplici e gustose per bambini di un anno
  4. Bambini di due anni: ecco le ricette da preparare per loro e per tutta la famiglia