Sign up with your email address to be the first to know about new products, VIP offers, blog features & more.
[mc4wp_form id="5505"]
Questo sito contribuisce all'audience di

Strada solare, la prima al mondo è nata in Francia. Niente inquinamento, e luce dal traffico (video)

Appena inaugurato un percorso di 1 chilometro che darà l’energia per l’illuminazione pubblica di un piccolo comune. E anche in Italia c’è un progetto per rallentatori stradali che producono elettricità.

di Posted on
Condivisioni

STRADA SOLARE –

Un anno catastrofico per l’Europa si chiude con una buona notizia sul fronte dell’innovazione, del cambiamento, della lotta agli sprechi e all’inquinamento: in Francia è stata appena inaugurata la prima strada solare del mondo. Una strada ricoperta di pannelli fotovoltaici che in questo modo producono energia elettrica nella zona.

STRADA FOTOVOLTAICA –

Non facciamo i menestrelli della verità gonfiata: stiamo parlando di un piccolo progetto, piuttosto sperimentale, e di un’innovazione che non è certo a costo zero. Eppure stiamo parlando di una rivoluzione, che potrebbe avere effetti importanti non solo nella mobilità ma in generale sulle politiche, ormai indispensabili, di efficienza energetica (più risparmi e meno sprechi) in tutto il mondo.

LEGGI ANCHE: In Olanda, la prima pista ciclabile solare in grado di produrre elettricità per tre abitazioni

STRADA SOLARE FRANCIA –

La nuova strada solare francese, il nastro è stato tagliato da una raggiante ministra dell’Ambiente Ségolène Royal, si trova in prossimità del piccolo comune di Tourouvre-au-Perche, una cittadina di 3mila e 400 abitanti, in Normandia. Il percorso, coperto da 2.880 pannelli fotovoltaici è di circa un chilometro, produce 280 MWh di elettricità all’anno, ed è costato 5 milioni di euro tirati dalle casse dello Stato francese. Soldi certamente non sprecati.

STRADA CON PANNELLI FOTOVOLTAICI –

Ma quali sono i vantaggi di questo progetto? Dove sta il sogno di un futuro che potrebbe entrare nelle nostre case e che intanto sta modificando i nostri stili di vita? Primo vantaggio: produzione di energia pulita, senza uso di fonti fossili dalle quali in tutto il mondo ci stiamo allontanando. Quindi meno inquinamento, e più risparmio in bolletta. Secondo vantaggio: riduzione degli sprechi. L’energia prodotta dalla strada solare servirà ad azzerare i costi per la bolletta dell’illuminazione pubblica del piccolo comune della Normandia, ovvero quella illuminazione che spesso è una fonte gigantesca di sprechi. Specie in Italia. Terzo vantaggio: l’energia viene prodotta utilizzando e ottimizzando uno spazio che serve ad altro, alla circolazione delle auto, e in questo modo non si occupano né si eliminano terreni agricoli della zona. Siamo così nel cuore di un microcosmo da economia circolare. Infine, questo tipo di innovazione porta ricchezza, crescita economica, posti di lavoro, esportazioni: non a caso il consorzio che ha fatto i lavori, con la società privata Colas e il polo di ricerca pubblico CEA Tech, ha già un centinaio di cantieri per strade solari in tutto il mondo. Se sommate questi vantaggi, tutti insieme, avete il senso e la sostanza di quanti benefici derivano dalla rivoluzione intitolata Non sprecare.

RALLENTATORI STRADALI MONZA TREZZO –

E se in Francia si inaugura una strada solare, anche in Italia abbiamo importanti progetti in questa direzione che stanno andando avanti. Sulla strada Monza-Trezzo, per esempio, stanno realizzando un avanzatissimo sistema di efficienza energetica con il quale si produce elettricità pulita e si riduce l’inquinamento, grazie a sei rallentatori stradali. Il progetto, chiamato Lybra, è tutto made in Italy e vede in campo la società Underground Power, una startup di Paderno Dugnano, e il sindaco della cittadina, Riccardo Borgonovo, che con i sei rallentatori stradali avrà corrente elettrica per l’illuminazione locale, meno inquinamento ambientale e più sicurezza sulla strada. Non vi sembrano magnifiche notizie?

TUTTI I VANTAGGI DEL FOTOVOLTAICO: