Questo sito contribuisce all'audience di

Elegante e utile sobrietà, la qualità che la politica ha ormai smarrito

Un punto di osservazione significativo: l'uso eccessivo degli aerei di Stato. Mentre la signora Merkel va in vacanza a Ischia con l'aliscafo, come un qualsiasi cittadino, sui voli di ministri e sottosegretari italiani si pasteggia ancora con aragoste e champagne.

Elegante e utile sobrietà, la qualità che la politica ha ormai smarrito
Sobrietà in politica
di
Condivisioni

SOBRIETÁ IN POLITICA –

Banale a dirsi, ma assolutamente attuale: siamo nell’era degli eccessi. E sentiamo sempre di più la mancanza, la nostalgia, il rimpianto, di quella fantastica parola che ha accompagnato la storia degli italiani per intere generazioni: la sobrietà. Uno stile di vita, un metodo, una forma di relazione empatica con gli altri, un esercizio a non sprecarsi ed a non sprecare tutto, dalle cose al talento, dal cibo a qualsiasi risorsa immateraile, nella sbornia degli eccessi.

La sobrietà è un messaggio che ritroviamo nella religione: pensate a Gesù che nei Vangeli invita sempre a sedersi in fondo, durante i banchetti, e mai in prima fila. Nell’arte: nulla di più sobrio dell’arredamento espresso dalle immagini della propria stanza nelle tele di Vincent Van Gogh. Nella vita pubblica: la potenza della Merkel è proporzionale alla sua sobrietà nell’abbigliamento come nell’arrivare in vacanza a Ischia con un semplice aliscafo, come un qualsiasi cittadino. E la sobrietà è un requisito, quasi un dogma, che a maggior ragione si richiede a chi svolge una funzione pubblica. A chi fa politica, per esempio. Al contrario, continuiamo a registrare fatti e comportamenti che vanno nella direzione opposta e ci rappresentano un ceto politico sfacciato nell’esercizio del potere e dei suoi privilegi, quasi mai sobrio. Come a proposito dell’uso esagerato, è solo un piccolo ma significativo punto di osservazione, degli aerei di Stato, status symbol del potere politico per eccellenza.

LEGGI ANCHE: Vi racconto come funzionano gli sprechi e il sistema della corruzione (Piergiorgio Baita)

IMPORTANZA DELLA SOBRIETÁ –

In Italia un appalto pubblico su tre è truccato, e questo lo sappiamo. Grazie all’idea di centralizzare gli acquisti per gli ospedali, che non è proprio la scoperta della penicillina, soltanto per gli aghi, lo Stato italiano, cioè tutti noi, ha risparmiato 132 milioni di euro, e anche questo lo sappiamo. Poi, qui per il momento parla l’accusa dei pubblici ministeri ma i racconti e le prove raccolte sembrano molto forti, si è scoperto che anche dalle parti degli appalti Consip (quelli centralizzati, appunto) si ruba. E questo non lo potevamo sapere, almeno finora. Né possiamo solo immaginare che, all’italiana, alla fine dell’inchiesta (speriamo che si arrivi presto a un giudizio in tribunale e che non evapori tutto in bolle mediatiche), gettiamo a mare il bambino con l’acqua sporca. Ovvero azzeriamo il lavoro della Consip, che dovrebbe servire a ridurre sprechi e imbrogli, e la mandiamo in soffitta per colpa di una banda di corrotti.

Ma il sospetto che qualcosa non torni alla Consip diventa indignazione e rabbia di fronte a quello che leggiamo e abbiamo saputo a proposito di un altro episodio che coinvolge la centrale di acquisto, per forniture pagate dalla mano pubblica, più importante e più potente d’Italia: l’appalto per i pasti a bordo degli aerei di Stato, dove con una certa e inverosimile frequenza, viaggiano lor signori, ovvero ministri, sottosegretari, collaboratori e funzionari, e seguiti vari, compresi amici e parenti. Tanto per capirci il ministro Angelino Alfano in pochi mesi è salito e sceso dall’aereo di Stato 68 volte (per 27 volte era diretto in Sicilia, la sua terra di origine), molto più dello stesso premier Paolo Gentiloni. «Motivi di sicurezza» si difende il ministro. Sarà, ma solo un bambino può credere alla favola che il volo di Stato protegga in modo più sicuro un personaggio pubblico esposto al rischio di attentati e la sua scorta. D’altra parte, in anno di grandi risparmi per tutti gli italiani, che hanno imparato a tagliare gli sprechi, i nostri ministri sono saliti e scesi dagli aerei di Stato per 428 volte. Un numero che, a occhio, puzza di esagerazione, e di spreco.

sobrieta-in-politica-importanza-contro-sprechi (3)

SPRECHI DI STATO –

Tornando alla Consip, lo spreco che più fa venire i brividi, a proposito di privilegi per lor signori, è il seguente: la società ha affidato a un’azienda napoletana, la Sky Services, che a sua volta ha subappaltato la fornitura a una società romana, Villa degli angeli, la fornitura dei pasti durante i voli degli aerei di Stato con i relativi passeggeri. Risultato: questi pasti che prima costavano 50 euro l’uno, adesso costano 100 euro, ovvero il doppio. E sapete il motivo? Nel menù offerto sui voli di Stato a lor signori ci sono piatti come il caviale, l’aragosta, l’ostrica reale, gli scampi imperiali. Possiamo solo immaginari i vini: dalle annate francesi più pregiate a salire.

IMPORTANZA SOBRIETÁ IN POLITICA –

Ora, capirete bene che stiamo parlando di qualche decina-centinaia di migliaia di euro, che comunque non sono bruscolini. E non sappiamo se i menù dei voli di Stato siano richiesti direttamente da ciascun ministro e da palazzo Chigi: diciamo pure che, per non infierire, i ministri e il capo del governo non sapevano nulla di questa fornitura e di questo spreco. Ma, diamine, la domanda è semplice: in che mondo vivono? Quando entrerà nella loro zucca che la sobrietà per un politico non è solo una questione di apparenza, o di stile se volete, ma di sostanza? Tanto più in momenti come questi, dove gli effetti della Grande Crisi sono ancora tutti in campo e la sensazione di impoverimento generale dei cittadini è altissima. Ecco: voglio prescindere da qualsiasi eventuale responsabilità penale e di cattiva gestione del denaro pubblico in senso stretto, e mi voglio limitare a un invito che faccio, complessivamente, a un ceto politico così lunare. Iscrivetevi a un buon corso di Educazione alla sobrietà, e possibilmente non finanziate la vostra iscrizione con i soldi pubblici né chiedete alla Consip di selezionarlo sotto forma di fornitura di beni allo Stato. Pagate con il vostro portafoglio, e imparate qualcosa, se volete durare poco più di un attimo del vostro potere così sfrontato ma anche così effimero.

sobrieta-in-politica-importanza-contro-sprechi (2)

TUTTI GLI SPRECHI DI DENARO PUBBLICO:

Ultime Notizie: