Sign up with your email address to be the first to know about new products, VIP offers, blog features & more.
[mc4wp_form id="5505"]
Questo sito contribuisce all'audience di

Silvia Montanaro, l’Heidi della lessinia che lascia la città per una vita a contatto con la natura

Laureata in lingue, si trasferisce in mezzo alla natura, sulle Prealpi Vicentine. La storia di una 28enne che ha dato inizio a un progetto all’insegna dell’eco-sostenibilità, incentrato sull’allevamento di razze autoctone di cani e pecore.

Condivisioni

SILVIA, HEIDI DELLA LESSINIA

Non a caso la giovane Silvia Montanaro, 28 anni e laureata in lingue, è soprannominata “Heidi della Lessinia“. Cinque anni fa, infatti, l’ex studentessa ha deciso che la città non era più un posto adatto a lei, così si è trasferita in provincia di Verona, dove vive a contatto con la natura. Qui ha iniziato a gestire una piccola azienda agricola, battezzata Stato Bravo, che oggi conta più di 60 pecore brugne (razza autoctona della Lessinia), da cui vengono ricavanti formaggi, lana e latte. Ha avviato anche un allevamento di cani e griizot nati e cresciuti sulle prealpi vicentineottimi per guidare le greggi e per governare le mandrie di bovini.

PER APPROFONDIRE: La fotomodella che alle passarella ha preferito le pecore e le stalle (foto)

Ma questa non è la sua sola attività: Silvia, infatti, ha dato vita a un progetto ben più ambizioso ed eco-sostenibile, che vede le pecore anche come animali da compagnia, tanto che sul sito dell’azienda è possibile richiedere un agnellino in adozione. “È ancora una cosa poco diffusa, ma i cuccioli sono speciali, intelligenti, affettuosi e puliti. Possono vivere in una casa con giardino, in compagnia di persone, cani e gatti. Possono essere compagni ideali per bambini e anziani, anche per la pet therapy e tranquillamente si possono portare in giro al guinzaglio”, spiega ad un’intervista al Corriere del Veneto.

LEGGI ANCHE: Il ritorno dei pastori, duemila ragazzi under 40 scelgono le pecore. E guadagnano …

HEIDI DELLA LESSINA

Silvia, divenuta nel frattempo consigliere di Confagricoltura, non si ferma certo all’allevamento: il suo sogno è quello di fondare un centro, compreso di piscina riabilitativa per cani, un centro di addestramento e un’area toelettatura, in cui uomo, natura e animali si fondono in un’unica dimensione. “Ho 4 stanze dove gli ospiti possono venire con i loro cani che saranno naturalmente i benvenuti. Credo fortemente in un lavoro ecosostenibile e in una vita dedita alla protezione della natura e di un territorio, quello dei cimbri della Lessinia, meraviglioso e ricco di tradizioni, che vanno tenute vive», racconta su Corriere di Verona. L’obiettivo è infatti quello di far riscoprire la bellezza della natura e di valorizzare gli splendidi territori della Lessinia, organizzando passeggiate e grest estivi per bambini e famiglie.

(Tutte le foto sono stete prese dalla Pagina Facebook di Silvia Montanaro)

NON PERDERTI QUESTE STORIE:

  1. Robbie Bond, il ragazzino di 10 anni che si batte per difendere i parchi americani (Foto)
  2. Forno di comunità ad Andria, un vero e proprio panificio che recupera i terreni confiscati alla mafia (Foto)
  3. Inquinamento oceani, partono le piattaforme di Slat per eliminare la plastica. Il progetto Ocean Cleanup (foto e video)
  4. Bottiglie prodotte dalle alghe rosse (foto), resistenti e non inquinanti. Altro che plastica