Questo sito contribuisce alla audience di

“Rimini scuola sostenibile”: la rete di istituti che porta avanti un cambiamento condiviso all’insegna del non spreco

Un progetto didattico-educativo che si pone l’obiettivo di promuovere un cambiamento condiviso, all’insegna di un futuro rispettoso dell’ambiente che ci circonda e di un’economia più equa, sensibile e responsabile.

VINCITORE
EDIZIONE 2016
“Rimini scuola sostenibile”: la rete di istituti che porta avanti un cambiamento condiviso all’insegna del non spreco
Rimini scuola sostenibile: il progetto didattico-educativo
di
Condivisioni

RIMINI SCUOLA SOSTENIBILE -

I veri cambiamenti condivisi partono dal basso, dal lavoro portato avanti con caparbietà e costanza ogni giorno da chi ci crede veramente, accompagando le azioni pratiche alla condivisione del sapere (in pieno stile Non sprecare: vedi alla voce “L’Egoismo è finito). Lo sanno bene i docenti e il personale scolastico di alcune scuole di Rimini, che per il loro progetto Rimini scuola sostenibile si sono aggiudicati il PREMIO NON SPRECARE – CATEGORIA SCUOLE. La motivazione? “Un progetto che insegna agli alunni, fin da piccoli, a riconoscere il valore, concreto e visibile, della Sostenibilità e della lotta agli sprechi in tutti i settori .Un valore che dalla scuola contamina la famiglia, la casa, il quartiere e la città”. Ci sono piccoli alunni che si dedicano alla cura dell’orto annaffiato mediante l’acqua piovana, giovani danzatori che usano la musica e i passi di danza per creare integrazioni tra bimbi di religioni e culture diverse, studenti responsabili che ottimizzano la raccolta differenziata e ridipingono con fiori e colori le mura della loro scuola: in tutto questo, gli insegnanti li sostengono attivamente e insegnano loro anche all’aperto. Continuare a leggere per credere.

Rimini scuola sostenibile premio non sprecare

SCUOLE SOSTENIBILI RIMINI -

Si tratta di un progetto didattico – educativo dedicato alle scuole elementari e promosso da Anthea e dal Comune di Rimini per sensibilizzare e coinvolgere attivamente le comunità che frequentano la scuola alla responsabilità verso la conservazione e la riqualificazione degli edifici scolastici. I bambini coinvolti diventano piccoli “energy manager” del proprio istituto scolastico, capaci di diffondere il loro sapere all’intera comunità.

L’obiettivo è quello di promuovere un cambiamento sia concreto sia soprattutto di mentalità, raggiungibile solo se iniziamo a considerare le nostre scuole – ma anche gli uffici in cui trascorriamo la maggior parte della nostra giornata – come una seconda casa, un luogo in cui mettere in atto quelle stesse azioni responsabili ed ecosostenibili che portiamo avanti nelle nostre abitazioni. Un processo circolare, all’insegna di un futuro rispettoso dell’ambiente che ci circonda e di un’economia più equa, sensibile e responsabile.

rimini-scuola-sostenibile-riqualificazione-edifici-scolastici-alunni-insegnanti (1)

LEGGI ANCHE: Orti didattici, a scuola per imparare a coltivare pomodori, carote e zucchine e diventare degli adulti consapevoli

LA RETE DI SCUOLE SOSTENIBILI -

Le primarie che partecipano al progetto sono quattro: la scuola “Flavia Casadei”, la scuola “Luigi Ferrari”, la scuola “Miramare” e la scuola “Villaggio Primo Maggio”:una rete di Scuole Sostenibili, fatta di piccole ma preziose centralità di quartiere, in grado di trasmettere all’intera città i valori educativi per uno sviluppo all’insegna del green e del non spreco.

In dettaglio, il progetto “Rimini scuola sostenibile” mira a migliorare l’eco-efficienza della casa-scuola coinvolgendo nella gestione gli insegnanti e gli alunni delle scuole primarie, forma insegnanti e bambini consapevoli di un utilizzo quotidiano di risorse preziose e delle emissioni di CO2 causate dai genitori negli spostamenti in auto fra casa-scuola-casa, coscienti che la produzione di rifiuti genera costosi consumi energetici (gas, acqua, energia elettrica), mentre la conservazione e il riutilizzo del materiale didattico a disposizione porta risparmio.

Il risparmio derivante dalla messa in atto di queste buone pratiche permetterà anche la riqualificazione delle aree esterne dei diversi istituti.

rimini-scuola-sostenibile-riqualificazione-edifici-scolastici-alunni-insegnanti (2)

PER SAPERNE DI PIÚ: Come prepararsi per il rientro a scuola, consigli per iniziare bene l’anno scolastico

LE SCUOLE CHE PARTECIPANO AL PROGETTO -

Ecco nel dettaglio, scuola per scuola, come i bambini hanno indossato le vesti di architetti, ingegneri e paesaggisti e hanno reso le loro scuole un ambiente ecosostenibile.

I piccoli allievi della scuola primaria “Flavia Casadei”, non solo hanno creato un orto e un frutteto che vengono annaffiati mediante un impianto che recupera l’acqua piovana e garantisce la sopravvivenza delle piante anche durante le vacanze estive: si sono anche dedicati alla realizzazione di uno speciale viale di accesso per l’entrata e l’uscita dalla scuola che permette a genitori, bambini e insegnanti di incontrarsi e socializzare.

La scuola primaria “Luigi Ferrari” in cui è elevato il numero di bambini di diverse etnie, religioni e lingue, ha sviluppato il tema dell’integrazione multiculturale utilizzando la musica e la danza come linguaggio universale in grado di creare legami fra alunni e famiglie. Grazie alle buone pratiche portate avanti dagli alunni, dagli insegnanti e dal personale che lavora all’interno della scuola, sono diminuiti notevolmente i consumi di acqua, rifiuti ed energia. Attualmente, la scuola ha avviato una nuova sperimentazione sostenibile: l’eliminazione dei piatti di plastica e l’utilizzo delle stoviglie in ceramica.

La scuola primaria “Miramare” che accoglie anche i bambini del vicino Comune di Riccione, è stata ristrutturata nel 2014 a causa di problemi di infiltrazione che col tempo avevano danneggiato le strutture e causato, di conseguenza, problemi di sicurezza. Dopo la riqualifica, bambini e insegnanti hanno iniziato a prendersi cura dell’ambiente scolastico ottimizzando la raccolta differenziata, riducendo gli sprechi di acqua e valorizzando il cortile scolastico in cui spesso si tengono alcune lezioni all’aperto.

Infine, la scuola primaria “Villaggio Primo Maggio”, entrata a far parte della Rete di scuole sostenibili nel 2015, in un anno, è riuscita a raggiungere risultati incredibili: dalla riorganizzazione della raccolta differenziata alla creazione di una mini aula all’aperto e al rifornimento di testi nella biblioteca.

rimini-scuola-sostenibile-riqualificazione-edifici-scolastici-alunni-insegnanti (3)

Un nuovo modo di frequentare la scuola: propositivo, coinvolgente, inclusivo, protagonista e responsabile e un’iniziativa che favorisce la crescita umana e responsabile di alunni, insegnanti e genitori.

QUI LA PAGINA FACEBOOK

“RIMINI SCUOLA SOSTENIBILE”, IL VIDEO DI PRESENTAZIONE DEL PROGETTO:

PER APPROFONDIRE: Ad Asti la scuola in cui si insegna la curiosità, il non spreco e la solidarietà

Ultime Notizie: