Sign up with your email address to be the first to know about new products, VIP offers, blog features & more.
[mc4wp_form id="5505"]
Questo sito contribuisce all'audience di

Pelo dei cani, curatelo con aceto di mele. Oppure con rosmarino e tea tree oil

Spazzolate spesso il cane. Il bagno, invece, non più di una volta al mese. L’alimentazione sana, come nel caso degli uomini, è molto importante.

di Posted on
Condivisioni

RIMEDI PER LA CURA DEL PELO DEL CANE

Spazzolare spesso. Lavare non più di una volta al mese. Utilizzare rimedi naturali, come l’aceto di mele, il rosmarino e il tea tree oil. Stare attenti alla dieta e in generale all’alimentazione. È così che si cura, senza particolari sforzi, il pelo del cane, sapendo che può essere, proprio come i capelli dell’uomo, secco, grasso e forforoso. Prima di passare all’esame dei rimedi naturali, è bene capire come funziona il mantello dei cani, formato da un sottopelo corto e da un pelo di copertura, che sarà più o meno folto a seconda della razza e della stagione.

LEGGI ANCHE: Raffreddore nei cani, come riconoscerlo e curarlo senza ricorrere ai medicinali

COME CURARE IL PELO DEL CANE

IL PELO DI COPERTURA

Il pelo può dire molto sulle condizioni di salute di un cane; se è lucido e soffice vorrà dire che sta bene, altrimenti potrebbe esserci qualche piccolo problema. Infatti, il mantello svolge diverse funzioni: regola la temperatura corporea, protegge la pelle dagli agenti esterni e fa da interfaccia nell’interazione con il mondo esterno. Il pelo di copertura può essere lungo, medio o corto e viene cambiato continuamente durante l’anno.

IL SOTTOPELO

Il cane sopporta bene sia le basse temperature sia quelle alte grazie all’isolamento termico fornitogli dal sottopelo. Si commette spesso l’errore di tosare l’animale in estate, ma, così facendo, lo si priva dell’unica protezione naturale che ha contro il caldo. Inoltre, lasciando la pelle esposta, si corre il rischio di scottature. A differenza del pelo di copertura, il sottopelo muta solo due volte l’anno: in autunno si infittisce per fornire maggiore protezione contro il freddo, in primavera si dirada in preparazione del caldo in arrivo. La muta primaverile, di conseguenza, è più abbondante e necessita di spazzolature più frequenti. Alcune razze, come il barbone, sono prive di sottopelo e quindi meno adatte alla vita all’aperto, soprattutto in climi rigidi: il pelo di copertura, da solo, non è sufficiente a proteggerlo dal freddo. D’altro canto, però, queste razze forniscono un vantaggio per la vita in appartamento, poiché il pelo di copertura si stacca naturalmente, senza bisogno di spazzolature frequenti; inoltre, lascerà meno peli per casa.

PER APPROFONDIRE: Come e quanto dare da mangiare ai cani, 10 errori da evitare per una dieta equilibrata

RIMEDI NATURALI PER LA CURA DEL PELO DEL CANE

Per curare il pelo del cane, tenerlo sempre lucido e in buone condizioni, non è necessario spendere molti soldi per prodotti chimici o industriali. Ci sono almeno tre efficacissimi rimedi naturali. Eccoli.

Il primo riguarda l’uso dell’aceto di mele, da combinare con acqua tiepida. Dopo avere preparato questa combinazione, spugnate un panno e con questo massaggiate per alcuni minuti il pelo del cane. Poi asciugate.

Lo stesso procedimento va seguito con un secondo tipi di rimedio naturale: il rosmarino. In questo caso, il composto va preparato come una normale tisana e poi passato sul pelo del cane.  Come nel caso, terzo rimedio naturale, dell’ottimo tea tree oil.

COME CURARE CANI E GATTI:

  1. Così parlano i cani, se il pelo si drizza hanno paura. Se arriva uno sbadiglio…
  2. Pulci dei gatti: eliminatele con questi rimedi naturali. Dall’aceto a limone e bicarbonato (foto)
  3. Cani e gatti, i consigli per educarli bene e farli felici. Senza cedere a manie, come l’idromassaggio
  4. Giocare con i gatti, i consigli per divertirsi e per farli stare in forma. Il 95 per cento mangia troppo
  5. Gli occhi dei cani: vedono solo blu, giallo e bianco. Ma al buio funzionano meglio dei nostri