Questo sito contribuisce all'audience di

Ricostruzione nelle Marche, un progetto popolare per una nuova biblioteca per bambini (video)

Tutti possono partecipare alla raccolta fondi, attraverso una campagna di crowdfunding, per dare uno spazio fondamentale per il futuro di questa zona. Dove molti paesi sono ridotti a cumuli di macerie e rischiano di essere abitati solo da fantasmi.

Ricostruzione nelle Marche, un progetto popolare per una nuova biblioteca per bambini (video)
di
Condivisioni

RICOSTRUZIONE NELLE MARCHE –

L’occasione è davvero unica: partecipare, con un piccolo gesto, un piccolo contributo, alla raccolta popolare di crowdfunding appena lanciata per la Biblioteca di comunità dell’Istituto comprensivo Simone De Magistris, nel cuore di una delle zone devastate dal terremoto. Un progetto, con la collaborazione dell’università LUISS- Guido Carli, che potrebbe essere determinante per il futuro della popolazione sul territorio.

LEGGI ANCHE: Adottiamo tutti un monumento, una sfida da cogliere contro l’infinito terremoto

LA NUOVA BIBLIOTECA DI CALDAROLA –

Siamo nel comune di Caldarola, in provincia di Macerata, un vero paese fantasma dopo il terremoto. Tutto è stato distrutto: la chiesa, l’oratorio, la scuola, il campetto di calcio, i luoghi dello stare insieme della comunità locale. Macerie su macerie. E in questo disastro l’Istituto De Magistris ha messo in campo un progetto per costruire un nuovo spazio, di lettura, ma anche per la musica e per tutte le attività creative dei giovani di Caldarola, e di altri comuni limitrofi come Belforte del Chienti, Camporotondo di Fiastrone, Cessapalombo e Serrapetrone.

L’Istituto De Magistris comprende ben 11 scuole (4 dell’infanzia, 5 primarie, 2 secondarie di 1° grado) con centinaia di ragazzi: per loro l’apertura di un nuovo spazio, dopo tante distruzioni e macerie, è un’opportunità unica. Non solo formativa, ma di vita reale sul territorio.

RICOSTRUZIONE NELLE MARCHE DOPO IL TERREMOTO –

Chiunque abbia il desidero di partecipare a questa raccolta fondi, non deve fare altro che collegarsi al link per il crowdfunding e una cosa è certa: non avrà sprecato neanche un centesimo della sua offerta.

PER APPROFONDIRE: A Guastalla nasce l’asilo nido ecosostenibile, economico, bello e sicuro dopo il terremoto

Ultime Notizie: