Questo sito contribuisce alla audience di

La merenda dei bambini: le regole per uno spuntino sano e nutriente

La merenda fornisce all’organismo la giusta dose di energia necessaria durante i vari momenti della giornata. Una buona abitudine che non andrebbe mai trascurata soprattutto quando si tratta di bambini.

La merenda dei bambini: le regole per uno spuntino sano e nutriente
La merenda dei bambini: i consigli per uno spuntino sano e nutriente
di
Condivisioni

RICETTE MERENDE PER I BAMBINI -

Sia a metà mattina che a metà pomeriggio, la merenda dei bambini è una di quelle buone abitudini che non dovrebbero mai essere trascurate. Per i più piccoli ma anche per gli adulti, i medici raccomandano di fare piccoli spuntini durante il giorno non solo per evitare poi di mangiare troppo a pranzo e cena ma anche per assicurare all’organismo la giusta dose di energia necessaria durante i vari momenti della giornata. Non solo una piacevole pausa quindi: la merenda è un pasto indispensabile per mantenersi in salute.

PER SAPERNE DI PIU': Ricette con gli avanzi, gli eco-ghiaccioli fatti in casa, gustosi e non spreconi

Fino a qualche tempo fa si credeva che la merenda fosse responsabile dell’obesità infantile. In realtà il problema riguarda proprio il tipo di merenda e in particolare la quantità di grassi e zuccheri che essa contiene. Grazie alle sollecitazioni di nutrizionisti, dietologi e pediatri, oggi anche le aziende dolciarie hanno rivisto i loro menu e hanno incominciato a proporre snack più sani ed equilibrati dal punto di vista delle calorie e degli ingredienti.

Ma come deve essere una merenda per risultare sana e nutriente? E soprattutto qual è il ruolo dei genitori nel cercare di far avere ai propri figli un regime alimentare equilibrato e salutare?

Ecco alcuni consigli su come impostare la merenda dei bambini in maniera corretta:

  • Per cominciare, per avere un’alimentazione equilibrata è fondamentale fare almeno 5 pasti al giorno: prima colazione, merenda di metà mattina, pranzo, merenda pomeridiana e cena;
  • Non bisogna mai saltare la merenda. Sbagliato invece “mangiucchiare” per tutto il giorno;
  • La merenda è solo un piccolo pasto e deve fornire il 5-7 per cento di tutta l’energia necessaria durante tutto il corso della giornata;
  • Se i bimbi non hanno particolari problemi di sovrappeso e svolgono attività sportiva, potete optare anche per una merenda più ricca;
  • La merenda ha lo scopo di “ricaricare” l’organismo e di non far arrivare al pasto successivo né troppo sazi né troppo affamati. Tra la merenda e il pranzo o la cena devono passare almeno due ore;
  • Variate spesso la merenda dei vostri bambini in modo tale da permettere loro di assimilare tutti i diversi nutrienti;
  • Leggete sempre l’etichetta in modo da essere informati sulle caratteristiche nutritive dei diversi prodotti soprattutto nel caso degli snack dolci. Una merendina, ad esempio, può arrivare a contenere da 100 a 200 calorie: conoscerne le calorie e le altre caratteristiche nutritive vi permetterà di stabilirne la quantità giusta per il bambino;
  • Evitate di far fare merenda ai bambini mentre guardano la tv o studiano. Piuttosto ricavate uno spazio di tempo da dedicare solo ed esclusivamente a questo pasto;
  • Per una buona merenda scegliete sempre frutta di stagione anche sotto forma di macedonia, yogurt, marmellata, biscotti secchi o una buona fetta di torta preparata in casa con ingredienti sani e genuini;
  • Importante infine anche l’assunzione di liquidi: scegliete tra una spremuta, un succo di frutta o un bicchiere di latte.

LEGGI ANCHE:

Ultime Notizie: