Sign up with your email address to be the first to know about new products, VIP offers, blog features & more.
[mc4wp_form id="5505"]
Questo sito contribuisce all'audience di

La ricetta dell’acquacotta: un piatto semplice, gustoso e non sprecone

Sedano, brodo vegetale, un pizzico di basilico e del pane toscano, possibilmente fatto con la pasta madre: per preparare l'acqua cotta bastano pochi ingredienti e il risultato è un piatto sano, saporito ed economico

Condivisioni

RICETTA ACQUACOTTA –

L’origine di questo piatto è da ricercarsi nella tradizione contadina della Maremma più povera: si tratta sostanzialmente di una zuppa con molta acqua calda per sfamarsi e riscaldarsi. Da quelle umili origini sono nate tante varianti che preservano orgogliosamente la ricetta tradizionale ma prevedono un piatto più ricco, nutriente e gustoso nel suo complesso. Essendo una preparazione semplice, sana, vegetariana e non sprecona (si può fare con le verdure avanzate e il pane di qualche giorno fa) ve la proponiamo volentieri.

La ricetta che vedete sotto è tratta dal libro “Pasta madre lievito vivo” di Roberta Ferraris edito da Terre di Mezzo: un volume pratico che insegna come far nascere e crescere il lievito naturale e quale scegliere a seconda delle esigenze, con i consigli per gestire al meglio questo ingrediente speciale e 60 ricette per impiegarlo con grande soddisfazione. Pagnotte, pizze, focacce, piadine, cracker e taralli, ma anche frittelle per non sprecare il surplus di pasta madre, senza dimenticare la pappa col pomodoro e i passatelli per trasformare il pane in piatti completi.

Per i golosi non mancano le opzioni zuccherose, sempre da imbastire a partire dalla pasta madre; torta di mele e cardamomo, di pere e cioccolato, biscotti e molto altro. Il tutto è presentato in un formato rilegato a spirale che lo rende di agile consultazione anche in cucina (e perfetto per raccogliere fogli e appunti sparsi).

LEGGI ANCHE: Come preparare una zuppa con l’orzo

INGREDIENTI ACQUACOTTA –

Per preparare questa deliziosa zuppa avrete bisogno di

  • 4 fette di pane toscano (nel libro trovate come farlo con la pasta madre)
  • 1 litro di brodo vegetale
  • 2 cipolle grandi
  • 250 g di pomodori maturi
  • 2 gambi di sedano verde (comprese le foglie)
  • 4 uova
  • formaggio pecorino toscano da grattuggiare
  • olio evo, basilico sale e pepe q.b.

LEGGI ANCHE: semi di zucca, la ricetta per trasformarli in una deliziosa bevanda dolce

ZUPPA ACQUACOTTA –

Per prima cosa preparate il brodo vegetale: in una pentola con un po’d’acqua fate bollire una carota, una cipolla e un gambo di sedano con qualche foglia di alloro. Affettate la cipolla e il sedano, comprese le foglie. Appassite le verdure con olio evo, possibilmente in un tegame di coccio (in alternativa va bene anche una pentola antiaderente). Aggiungete il pomodoro e il brodo tagliato a pezzetti, e fate cuocere per mezz’ora mettendo il basilico spezzettato a mano. La minestra deve essere liquida e le verdure non sfatte. Intanto a parte tostate le fette di pane e grattuggiateci sopra del pecorino. Rompete poi le 4 uova nella minestra e lasciatele cuocere in camicia. Raccoglietele con una schiumarola e disponetele sulle fette di pane, una per ogni commensale. Versate un paio di mestoli di zuppa in ogni fondina e portate in tavola ben calda.