Sign up with your email address to be the first to know about new products, VIP offers, blog features & more.
[mc4wp_form id="5505"]
Questo sito contribuisce all'audience di

Reggia di Caserta: si paga l’ingresso per colpa dei vandali. Ma bisognerebbe chiuderla

In una sola domenica 25mila persone hanno lasciato un tappeto di immondizia e distrutto la biglietteria. Gli incivili aumentano e intanto i turisti scappano: i visitatori in 15 anni sono dimezzati.

Condivisioni

REGGIA DI CASERTA VANDALI –

Una volta tanto in materia di Beni culturali non possiamo prendercela con il ministro di turno, con l’assessore, con il sovrintendente. No, dobbiamo guardarci allo specchio e arrossire: i vandali siamo noi. Qualche domenica fa si è consumato l’ultimo scempio alla Reggia di Caserta: oltre 25mila persone sono entrate nel parco e ne hanno combinate di tutti i colori. Spazzatura dappertutto, giardini deturpati, foto pubblicate su Facebook mentre si palpeggia una statua di Venere, la biglietteria distrutta. E nessuno ha potuto bloccare i vandali.

LEGGI ANCHE: Gli sprechi dei beni culturali in Italia, il bollettino catastrofico di Caserta e Pompei

REGGIA DI CASERTA A PAGAMENTO –

A questo punto il ministero, giustamente, ha deciso di prevedere un biglietto di ingresso al parco, anche nella prima domenica di giugno quando tutti i monumenti in Italia saranno visitabili senza biglietto: e ha fatto bene. Anzi, forse bisognava fare un gesto ancora più clamoroso: chiudere la Reggia, in segno di protesta per l’inciviltà dei cittadini che invece dovrebbero proteggerla come il loro bene più prezioso. In queste condizioni, e con lavori di restauro che procedono con il contagocce, mentre i vandali spadroneggiano nel parco, i turisti abbandonano la Reggia di Caserta. Le visite, negli ultimi quindici anni, sono passate da oltre 1 milione a circa 500mila. La metà. Per la gioia di chi vuole distruggere, anche fisicamente, uno dei monumenti più belli d’Italia.   

PER APPROFONDIRE: Lo spreco del turismo, gli stranieri hanno paura dell’Italia