Questo sito contribuisce all'audience di

Greenapsi: come recuperare una metropolitana di Roma mai costruita

Greenapsi propone un progetto per riutilizzare spazi pubblici destinati a opere mai realizzate come una metropolitana a Roma.

VINCITORE
EDIZIONE 2014
Greenapsi: come recuperare una metropolitana di Roma mai costruita
Recupero aree urbane dismesse:
di
Condivisioni

RECUPERO AREE URBANE DISMESSE – Il Viadotto dei Presidenti costruito negli anni ’90, nasce come l’asse viario che avrebbe dovuto collegare l’intera parte est di Roma da Fidene alla Laurentina. Al momento è stato costruito solo l’ultimo tratto ed è stato predisposto il passaggio di una ferrovia leggera che versa ora in stato di abbandono. Mancando fondi per nuovi interventi e le demolizioni, il recupero di denari spesi negli anni passati con il reintegro di una vecchia struttura mai utilizzata, sembra l’unica via rimasta da percorrere.

IL PROGETTO GREENAPSI – Greenapsi si configura come un progetto che individua spazi perduti, rigenerandoli con un’idea di parco urbano lineare, capace di riconnettere il tessuto urbano. Nel progetto il viadotto si riconfigurerà come elemento di unione del verde e non rappresenterà più un elemento di divisione. Il Parco delle Sabine si ricomporrà in un unico sistema capace di mettere in relazione i diversi quartieri.

UNA NUOVA AREA SOSTENIBILE PER I CITTADINI – Il progetto architettonico partirà dai desideri e dalle volontà dei cittadini, sviluppando un percorso studiato con una precisa strategia ambientale, che mira al recupero del suolo e dei materiali. Tre percorsi si sviluppano al suo interno: un percorso ciclabile, uno pedonale con attrezzature per sport e sosta e uno spazio destinato al trasporto con peoplemover. Tutto ciò attraverso il recupero del materiale riciclato e l’utilizzo della tecnologia per garantire autosufficienza e risparmio energetico.

Il progetto è in concorso per l’edizione 2014 del Premio Non Sprecare. Per conoscere il bando e partecipare vai qui!

Se il progetto ti è piaciuto condividilo su Facebook, Twitter e G+!

LEGGI ANCHE:

Ultime Notizie: