Sign up with your email address to be the first to know about new products, VIP offers, blog features & more.
[mc4wp_form id="5505"]
Questo sito contribuisce all'audience di

Quanto costa un kilowattora in Italia

Un utile vademecum per confrontare i prezzi in commercio, capire le tariffe più convenienti e fornire ai lettori tutti gli elementi per un eventuale passaggio al mercato libero dell'energia

Condivisioni

QUANTO COSTA UN KILOWATTORA IN ITALIA –

Come in tutti i Paesi in cui il mercato dell’energia è stato liberalizzato, in Italia non c’è un unico prezzo per il chilowattora (kWh) ma diversi costi a seconda della proposta commerciale. Conoscere il prezzo da pagare richiesto dalle diverse compagnie è un elemento chiave per capire se una tariffa è più o meno conveniente e di conseguenza capire come risparmiare energia in casa.

LEGGI ANCHE: Come risparmiare energia nell’utilizzo della lavatrice

Nel mercato libero, il prezzo è scelto dal cliente. Sin da luglio 2007 in Italia è possibile scegliere liberamente il prezzo del kWh perché il mercato è stato liberalizzato. Chi sceglie e attiva una tariffa energia elettrica tra queste passa automaticamente al “mercato libero”, dove le condizioni economiche e contrattuali di fornitura sono concordate tra le parti e non fissate dall’Autorità.

Con il servizio di maggior tutela, il prezzo è scelto dall’autorità. Rimangono nel Servizio a Maggior Tutela, dove le condizioni economiche e contrattuali vengono stabilite dall’AEEGSI, tutti i clienti domestici o le piccole imprese che non hanno mai cambiato fornitore, oppure hanno richiesto di tornare al servizio a maggior tutela.

LEGGI ANCHE: Come risparmiare energia elettrica in casa tutti i consigli pratici

Il costo del chilowattora quindi varia in funzione del servizio al quale il consumatore appartiene.

PREZZO KILOWATTORA –

Quanto costa un kilowattora con il servizio di maggior tutela? I costi dell’energia per il primo trimestre 2015 previsti dall’AEEGSI sono:
Prezzo monorario €/kWh: 0,162116
Prezzo fascia F1 €/kWh: 0,166346
Prezzo fascia F2 e F3 €/kWh: 0,159976

QUANTO COSTA 1 KW DI ENERGIA ENEL –

Quanto costa un kilowattora nel mercato libero? Di seguito, elenchiamo alcuni esempi di costo kWh per le tariffe monorarie e biorarie del mercato libero (componente energia -PE- in bolletta).

  • E.ON Luce Click di E.ON Energia monoraria: 0.0495 €/kWh; bioraria: F1 0.1010 €/kWh, F2 0.0245 €/kWh;
  • Edison BEST di Edison Energia monoraria: 0.0550 €/kWh; bioraria: F1 0.0890 €/kWh, F2 0.0390 €/kWh;
  • E-Light di Enel Energia monoraria: 0.0505 €/kWh ; bioraria: F1 0.1005 €/kWh, F2 0.0245 €/kWh;
  • Acea Unica di Acea Energia monoraria: 0.0780 €/kWh; bioraria: F1 0.0880 €/kWh, F2 0.0730 €/kWh;
  • Amica Web Flat di Illumia monoraria: 0.0550 €/kWh; trioraria: F1 0.1000 €/kWh, F2 0.0550 €/kWh, F3 0.0350 €/kWh;
  • energia 3.0 di GDF SUEZ Energie monoraria: 0.0549 €/kWh; trioraria: F1 0.0610 €/kWh, F2 0.0610 €/kWh, F3 0.0430 €/kWh;
  • LINK di eni monoraria: 0.0520 €/kWh; bioraria: F1 0.0565 €/kWh, F2 0.0430 €/kWh.

Analizzando i prezzi sopra è evidente che molte tariffe luce del mercato libero consentono di risparmiare perché prevedono un chilowattora più economico rispetto quello del servizio a maggior tutela. Per maggiori informazioni sulle differenti tariffe, nonché per confrontarla individuando la più conveniente secondo i propri consumi, rimandiamo al comparatore di SosTariffe.it