Sign up with your email address to be the first to know about new products, VIP offers, blog features & more.
[mc4wp_form id="5505"]
Questo sito contribuisce all'audience di

Padri separati, sono diventati i nuovi poveri. A Parma il primo esperimento: per loro case in comune

Un esercito di 4 milioni di genitori maschi, dei quali 800mila sotto la soglia di povertà. Al dolore, al danno economico, si abbina l’impossibilità di vedere i figli. Solo il 9 per cento può farlo una volta al giorno.

Condivisioni

PROBLEMI DEI PADRI SEPARATI

Mi è appena arrivata una mail che segnala una bella iniziativa a Parma, per i genitori separati. O meglio: per i padri. Una rete di associazioni, con la collaborazione del Comune, ha creato una forma di sostegno molto utile per loro: il cohousing, per consentire a chi è in difficoltà di condividere una nuova casa e una nuova vita. In cambio si chiede solo un gesto semplice e utile per la (ex) famiglia e per i figli: avere rapporti civili con la moglie. Anche il titolo del progetto, Io sto con te, mi piace molto e vi invito a visitare questo sito.

LEGGI ANCHE: Vita di coppia, come resistere a lungo senza dover rinunciare alla felicità

CASE PER PADRI SEPARATI

Delle donne separate, e dei problemi che hanno, ne abbiamo parlato spesso. Ma possiamo affrontare anche il capitolo degli uomini? Forse è sottovalutato. Eppure i numeri della Caritas sono davvero impressionanti: parliamo di un esercito di 4 milioni di papà, dei quali 800mila toccano la soglia della povertà.

Una separazione è un dolore. Spesso purtroppo accompagnato dai veleni e dagli scontri familiari, nei quali poi alla fine ci vanno sempre di mezzo i figli. Ma oltre al dolore c’è l’aspetto economico, quello che più colpisce i padri. Devono pagare due tenori di vita, e spesso fanno fatica: magari erano abituati a vivere in una famiglia dove entravano due stipendi. Le sentenze della magistratura, che un tempo li avvantaggiavano, adesso sono in gran parte a loro sfavore. Non riescono ad avere un rapporto decente con i figli, quasi sempre affidati alle madri.

DIVORZIO E SEPARAZIONE: CONSEGUENZE PER I PADRI

Lo conferma un dato che mi ha molto colpito e che, da solo, fotografa questa situazione di inferiorità dei genitori maschi quando arriva l’onda lunga della separazione. Le madri separate, nel 72 per cento dei casi vedono i figli tutti i giorni. I padri che hanno lo stesso diritto sono invece appena il 9,2 per cento del totale dei separati. È chiaro dunque che un genitore maschio deve fare i conti con il danno economico, il dolore, e la lontananza dai figli certificata dalle statistiche. Troppo, anche per il peggiore dei mariti e dei padri.

COME DARE LUNGA VITA A UNA COPPIA:

  1. Oscar e Nina, una coppia di 172 anni. Vedovi innamorati a ritmo di tango (foto e video)
  2. Arriva il bebè e la coppia rischia. Come salvare il matrimonio in 10 mosse
  3. Vivere in coppia allunga la vita. Meno rischi di infarti e tumori
  4. Amore eterno, Isaac e Teresa sposi per 69 anni. E morti a distanza di 40 minuti
  5. Il segreto dell’amore eterno non è necessariamente nelle parole: “Ti amo”