Sign up with your email address to be the first to know about new products, VIP offers, blog features & more.
[mc4wp_form id="5505"]
Questo sito contribuisce all'audience di

Sporta per la spesa, infischiamocene della burocrazia ministeriale. E portiamola da casa, è un nostro diritto

Dopo mesi di silenzio il ministero della Salute autorizza l’uso di buste portate da casa. Come la sporta della nonna. Poi mette qualche paletto, tanto per complicare la vita dei consumatori.

da Posted on
Condivisioni

PORTARE DA CASA BUSTA DELLA SPESA

Arrampicandosi sugli specchi, e con il solito linguaggio del peggiore burocratese, il ministero della Salute, dopo mesi di silenzio, ha deciso di dare il via libera all’uso della busta della spesa portata da casa. E non acquistata, con vari prezzi, al supermercato.

Un colpo al cerchio e uno alla botte: subito dopo il via libera, il ministero aggiunge che la sporta per la spesa può essere portata da casa solo se «idonea a preservare l’integrità della merce e rispondente alle caratteristiche della legge». Ci mancherebbe. Quale consumatore metterebbe a rischio la propria salute infilando frutta e verdura in buste sporche, e non in grado di conservare in modo corretto e sicuro i prodotti?

LEGGI ANCHE: Sacchetti biodegradabili, una legge demenziale che stanga i consumatori e aumenta i rifiuti

BUSTE DELLA SPESA A PAGAMENTO

Quanto alle caratteristiche della legge, qui il ministero prova a giocare con le parole, con un solo obiettivo, probabilmente: spaventare il consumatore e convincerlo che, in fondo, la cosa migliore sia mettere la mano nel portafoglio e pagare in silenzio l’extra al supermercato per la nostra busta bio. La legge, infatti, parla di contenitori «monouso» e «adatti agli alimenti». A questo punto ogni punto vendita, ogni supermercato, potrà decidere in libertà e in autonomia se la sporta della nonna portata da un cliente che non ha alcuna intenzione di pagare il balzello della busta bio sia consentita o meno. Speriamo che eventuali controversie non finiscano per andare all’esame dei vigili urbani della zona: ma in un Paese dalla burocrazia forte quanto le lobby tutto può essere possibile.

Noi ci limitiamo a dare un consiglio ai nostri lettori della comunità di Non sprecare: portate la sporta per la spesa da casa. Se qualcuno prova a impedirvelo, infischiatevene, e cambiate fornitore. Intanto, abbiamo scoperto che a Roma molti piccoli supermercati hanno già fatto il nuovo prezzo per la busta bio: 10 centesimi. Una bella stangata, della quale parleremo.

COME ELIMINARE LA PLASTICA DI SACCHETTI E IMBALLAGGI:

  1. Imballaggi, come eliminare e ridurre quelli inutili in 10 semplici mosse. E sono tanti…
  2. Negozi alla spina e senza imballaggi: dove trovarli in tutta Italia. Regione per regione
  3. Stoviglie biodegradabili: ecco come le foglie di palme sostituiscono la plastica (video)
  4. Liberare l’acqua minerale dagli imballaggi di plastica, si può. In modo green
  5. Bottigliette di plastica, si allunga la lista dei paesi dove ti pagano se le restituisci