Questo sito contribuisce alla audience di

Al Politecnico di Milano il decalogo per rendere l’ateneo un luogo ecosostenibile e non sprecone

Bere l'acqua del rubinetto, differenziare i rifiuti in maniera corretta e andare a lezione condividendo l’auto a turno con gli altri colleghi sono solo alcuni punti del decalogo che il politecnico di Milano ha proposto ai suoi studenti.

Al Politecnico di Milano il decalogo per rendere l’ateneo un luogo ecosostenibile e non sprecone
Al Politecnico di Milano il decalogo per un'università ecosostenibile
di
Condivisioni

Frequentare l’università in modo ecosostenibile e non sprecone al Politecnico di Milano è possibile. Attraverso un codice di comportamento indirizzato a studenti e professori, l’ateneo milanese ha infatti dichiarato guerra agli sprechi a favore di un maggiore rispetto per l’ambiente.

LEGGI ANCHE: Come risparmiare energia e ridurre gli sprechi in ufficio

IL DECALOGO ANTI-SPRECHI DEL POLITECNICO DI MILANO – Bere l’acqua del rubinetto invece di comprare bottigliette di plastica, mettere il computer in stand-by quando si va in pausa invece di lasciarlo acceso con il salvaschermo, differenziare i rifiuti in maniera corretta, staccare la presa della stampante a fine giornata e andare a lezione condividendo l’auto a turno con gli altri colleghi o meglio ancora scegliendo i mezzi pubblici o la bicicletta sono solo alcuni dei consigli affrontati all’interno di questo dettagliato decalogo in cui si illustra cosa ogni frequentatore del Politecnico deve fare per migliorare l’efficienza energetica dell’ateneo.

Tanti gesti semplici che, se messi in pratica quotidianamente, in un ateneo da 40mila studenti possono fare la differenza.

PER APPROFONDIRE: Pausa pranzo a lavoro, come renderla ecologica e non sprecona

Obiettivo principale: ridurre gli sprechi di energia e denaro.

COME EVITARE GLI SPRECHI DI ENERGIA - Sapete ad esempio che staccare la presa elettrica di una stampante quando non serve permette di risparmiare in un anno l’emissione di una quantità di polveri sottili nell’aria pari a quelle emesse da un motore diesel euro 4 in un percorso di 210 km? Tenere spente dieci lampade da 100 watt per un’ora equivale invece a risparmiare l’emissione in atmosfera di 0,80 kg di anidride carbonica.

Dal punto di vista economico invece, ad esempio staccando la spina del computer a fine giornata si ottiene un risparmio che va dai 28 a 56 euro all’anno per ogni singolo pc.

Piccole azioni che ancora il più delle volte non vengono prese in considerazione ma che potrebbero migliorare l’ambiente in cui viviamo. Come spiega su Repubblica Milano Eleonora Perotto, una delle responsabili del progetto “Campus sostenibile”: “Nelle ispezioni periodiche che facciamo fra uffici e dipartimenti ci siamo accorti che molte di queste regole vengono ancora disattese: basta guardare i cestini dei rifiuti e accorgersi che quasi nessuno fa la raccolta differenziata come si deve. Del resto è la sfida che abbiamo raccolto: far sì che si possano modificare i comportamenti”.

IL DECALOGO DEL POLITECNICO DI MILANO PER NON SPRECARE

Ed ecco alcuni punti tratti dal decalogo:

RISPARMIO ENERGETICO

  • Stampare, per quanto possibile, tutti i documenti in un’unica sessione: si evita che la stampante debba ogni volta raggiungere la temperatura adeguata per la stampa.
  • Prima di stampare un documento accertarsi che sia veramente utile: un po’ di tempo dedicato a una lettura veloce “a video” faranno risparmiare in termini di carta ed energia.
  • In inverno, evitare di aprire le finestre se fa troppo caldo: se si può, regolare il termostato per abbassare la temperatura.

RIDUZIONE USO RISORSE

  • Stampare e fotocopiare entrambe le facciate del foglio, usando la funzione fronte/retro, se presente.
  • Quando un documento “sfora” di poche righe nella pagina successiva cercare di ridurre qualcosa e stampare una pagina in meno.
  • Usare l’acqua in modo responsabile. Risparmiare acqua è possibile. Il modo migliore per risparmiare acqua è quello di non darla mai per scontata.
  • Evitare di lasciar scorrere l’acqua inutilmente in bagno controllando il getto.
  • Segnalare tempestivamente ai responsabili ogni guasto ai rubinetti, agli scarichi, alle tubazioni esterne ecc.

SMALTIRE CORRETTAMENTE I RIFIUTI

  • Aggiustare: prima di gettare un prodotto, è bene verificare la possibilità di ripararlo.
  • Separare giornali e riviste dai loro involucri di cellophane e togliere la “finestra” di plastica dalle buste da lettera prima di smaltirle negli appositi contenitori.
  • Prima di conferire il vetro negli appositi contenitori lavare le bottiglie ed i vasetti di vetro sfilando accuratamente i tappi che vanno riposti in altro specifico contenitore in base al materiale di cui sono costituiti.

TRASPORTI

  • Se proprio è necessaria l’auto, condividerla con altri che devono fare un tragitto simile e seguire queste piccole regole per ridurre i consumi, le emissioni di inquinanti e di CO2.
  • Guidare in modo attento e morbido evitando brusche frenate e cambi di marcia inutili.
  • Parcheggiare la propria auto solo dove è consentito: non sui prati, non sui marciapiedi, e non sui posti riservati ai disabili, alle biciclette, o alle moto.

PER SAPERNE DI PIU': Compiti su Internet, più tempo passi sui social network, peggio vai a scuola

 

LEGGI ANCHE:

Ultime Notizie: