Sign up with your email address to be the first to know about new products, VIP offers, blog features & more.
[mc4wp_form id="5505"]
Questo sito contribuisce all'audience di

Perchè il sale fa male alla salute e al cuore. Intanto ne consumiamo il doppio di quanto serve

Il sale, se consumato in quantità eccessive, può favorire l'insorgere di malattie cardiovascolari e altri problemi per la salute. L’Organizzazione Mondiale della Sanità ha fissato la soglia giornaliera sotto i 5 grammi ma, in media, ogni persona ne consuma almeno il doppio. La colpa maggiore di questo spreco è dei cibi conservati, dei cracker e di alcuni biscotti

Condivisioni

PERCHÉ IL SALE FA MALE ALLA SALUTE –

Quanto sale usate a tavola? Secondo l’Organizzazione mondiale della sanità decisamente troppo, più del doppio di quanto sia necessario e salutare fare. Ognuno di noi utilizza 5 grammi al giorno, più o meno un cucchiaino da té. E pensare che fino al 70 per cento del consumo è legato non tanto a quello usato in cucina o portato a tavola, quanto agli alimenti trasformati, o a quelli consumati in mensa o al ristorante. Un abuso che può portare anche a conseguenza gravi. Esistono, infatti, diverse evidenze scientifiche sugli effetti negativi del sale sulla salute dell’uomo e, in tal senso, le indicazioni dell’Organizzazione Mondiale della Sanità sono chiarissime: l’uso del sale a tavola va drasticamente ridotto. Un consumo eccessivo può essere determinante per malattie cardiovascolari, ictus e sbalzi di pressione.

LA STORIA: Come ridurre il consumo di sale e sostituirlo con le spezie

EFFETTI NEGATIVI DEL SALE SULLA SALUTE –

Ogni giorno, ognuno di noi consuma in media 10 grammi di sale. Sembra una quantità bassa, ma non lo è affatto: si tratta infatti del doppio della soglia limite fissata dall’Organizzazione Mondiale della Sanità. Ecco perché ridurre il consumo di sale a tavola diventa sempre più una priorità.

LEGGI ANCHE: Effetti benefici delle spezie, i consigli su come utilizzarle e conservarle

SALE NASCOSTO NEGLI ALIMENTI –

Spesso, però, non è colpa nostra o di un’alimentazione sbagliata se assumiamo troppo sale durante la giornata. A volte, infatti, non ci accorgiamo del sale nascosto negli alimenti. Prodotti confezionati, come snack e merendine, vengono conditi con molto sale. Così, con l’andare del tempo ci abituiamo a gusti più saporiti e tutto ci sembra insipido. Meglio preferire prodotti freschi a cui aggiungere delle spezie per renderli più gustosi.

COME RIDURRE IL CONSUMO DI SALE –

  • Per cominciare, è bene ridurre il consumo di alimenti preconfezionati e preferire l’assunzione di verdura fresca e di stagione
  • Prima di portarli in tavola, eliminate l’olio o l’acqua dei cibi in scatola e lavateli sotto l’acqua corrente
  • A tavola, sostituite il sale con le spezie per insaporire i piatti. Un’alternativa è l’aceto o il succo di limone
  • Attenzione alle etichette, leggendo le indicazioni potrete evitare i cibi più salati

ALTRE ALTERNATIVE AL SALE

Effetti benefici delle spezie: come utilizzarle e conservarle

Spezie indispensabili in cucina: ecco quali sono e come usarle

Sale aromatizzato alle erbe: la ricetta per preparare un ottimo insaporitore, a costo zero

Sale nascosto negli alimenti: ecco i cibi che ne contengono di più e come fare a ridurlo

Troppo sale nel cibo: i consigli per ridurre la quantita’ giornaliera

LEGGI ANCHE: