Sign up with your email address to be the first to know about new products, VIP offers, blog features & more.
[mc4wp_form id="5505"]
Questo sito contribuisce all'audience di

Così il miglio, ben somministrato aiuta i bambini a crescere

Più energia al cervello e meno sonnolenza e stanchezza. Agevola la circolazione degli omega 3, aumenta la memoria e la concentrazione e può influire positivamente perfino sul buonumore. Attenzione a rispettare i 5 pasti al giorno.

da Posted on
Condivisioni

MIGLIO PER BAMBINI –

I cereali, ricchi di fibre e non raffinati, sono molto importanti per l’alimentazione dei bambini. Parliamo di orzo, segale, kamut, ma innanzitutto miglio e anche sorgo e quinoa. Sono proprio loro, a partire dal miglio, che offrono un’alimentazione sana ed equilibrata e una dieta in grado di sviluppare in modo efficace i neurotrasmettitori del cervello.

LEGGI ANCHE: Polpette di miglio, la ricetta gustosa che non spreca le verdure

L’IMPORTANZA DEL MIGLIO PER LA CRESCITA DEI BAMBINI –

La Società italiana di Pediatria ha recentemente diffuso alcune raccomandazioni su una dieta a base di questo tipo di cereali che hanno un forte potere energetico, e se integrali e non raffinati, non presentano le controindicazioni del glucosio e delle alte calorie. Un esempio: la sonnolenza e la stanchezza dei bambini dopo pranzo possono essere dovute all’eccesso di pasta o pane bianco. O peggio possono provocare irritazione al colon e stipsi. I cereali integrali come il miglio, invece, non hanno queste controindicazioni e agevolano l’arrivo al cervello degli omega 3 assorbiti attraverso una buona dieta a base di pesce, verdure e carni bianche. Contengono anche ferro e fosforo che incidono positivamente sulla memoria.

ALIMENTAZIONE DEI BAMBINI: I CEREALI –

I cereali leggeri, inoltre, ricaricano l’organismo, riducono l’affaticamento e aumentano l’attenzione. Sono quindi preziosi, per esempio, durante i periodi più faticosi e turbolenti del ciclo scolastico, quando il bambino può risentire di un certo affaticamento da stress. Infine, avena, orzo e miglio, contengono sostanze che aumentano il buonumore.

DISTRIBUZIONE PASTI NELL’ALIMENTAZIONE DEL BAMBINO –

Tra le raccomandazione dei pediatri italiani rispunta, anche per un corretto assorbimento dei cereali, la regola d’oro dei cinque pasti. La prima colazione la mattina (che deve assorbire un buon 15 per cento di calorie), poi lo spuntino (un altro 10 per cento), il pranzo, la merenda e la cena. Tutto a orari regolari in modo da non sottoporre a sforzi particolare l’apparato intestinale.

PER APPROFONDIRE: Ricette con il miglio, il tortino profumato con verdure, funghi e pinoli