Sign up with your email address to be the first to know about new products, VIP offers, blog features & more.
[mc4wp_form id="5505"]
Questo sito contribuisce all'audience di

Giardini e parchi: Venezia è la citta che spende di più

La classifica nazionale vede in testa anche Bari e Milano, in fondo invece ci sono Napoli e Messina. Ogni italiano ha a sua disposizione 30 metri quadrati di verde, ma nel Sud non si arriva neanche a 10.

Condivisioni

MANUTENZIONE VERDE PUBBLICO –

Il verde pubblico costa. E spesso le amministrazioni comunali alzano le mani in segno di resa di fronte alle ristrettezze dei budget: niente manutenzione, niente nuovi alberi, giardini e parchi in rovina. Ma quali sono i comuni che spendono di più e, al contrario, quelli più tirchi in questo fondamentale servizio? Il portale Openbilanci, che esamina i bilanci comunali negli ultimi dieci anni, ha scoperto che in cima alla classifica delle spese comunali per parchi, aiuole, giardini e ville, c’è la città di Venezia con un conto di 62,45 euro l’anno a cittadino, circa il doppio della media nazionale. Complessivamente, nel capoluogo veneto il comune stanza in bilancio 16 milioni di euro destinati alla manutenzione del verde e all’installazione di arredi urbani, compresi i parchi giochi per i bambini. È un buon risultato per Venezia, spesso descritta come una città degradata, un museo morto all’aria aperta. Probabilmente su questa cifra incide proprio la pressione del turismo internazionale e la necessità di conservare spazi verdi nella laguna, molto graditi agli ospiti stranieri.

LEGGI ANCHE: Adotta un’area verde, così i cittadini curano parchi e orti nel loro territorio

IL PORTALE OPENBILANCI –

Dopo Venezia, nella classifica compaiono Bari (con 50,83 euro a cittadino di spesa) e Milano (con 43 euro), mentre nella zona bassa, come al solito scendiamo nelle città del Sud con Napoli, Messina e Palermo, dove non si investono neanche dieci euro pro capite per la manutenzione del verde e gli arredi urbani. Questa analisi di Openbilanci si sovrappone a quella relativa allo spazio verde a disposizione dei cittadini. Secondo l’Istat ciascun italiano, in media, può contare su 30,3 metri quadrati di verde urbano. Peccato però che questa cifra si riduce a meno di un terzo, 9 metri quadrati per abitante, in città come Messina e Napoli. Quelle dove si spende meno per la manutenzione.

PER APPROFONDIRE: Spazi condivisi in città, un nuovo e virtuoso modello di mobilità urbana

LEGGI ANCHE: