Sign up with your email address to be the first to know about new products, VIP offers, blog features & more.
[mc4wp_form id="5505"]
Questo sito contribuisce all'audience di

Legalizzazione delle droghe leggere: a guadagnarci sono le multinazionali

La legalizzazione delle droghe leggere rappresenta un nuovo e redditizio mercato per le multinazionali del tabacco. Lo scorso anno, negli Stati Uniti, le 5 più importanti multinazionali hanno fatturato ben 2,4 miliardi di dollari attraverso la vendita di marijuana legale.

Condivisioni

LEGALIZZAZIONE DROGHE LEGGERE –

Quando parliamo di liberalizzazione delle droghe leggere, c’è sempre da chiedersi chi ne trae vantaggio dal punto di vista economico. E la soluzione, in questo caso, è molto semplice: a guadagnarci sono e saranno le grandi multinazionali del tabacco. Già, perché complici la riduzione della domanda di sigarette e la concorrenza delle sigarette elettroniche, queste grandi aziende hanno cercato dei mercati alternativi e li hanno trovati nella vendita legale di marijuana.

LEGALIZZAZIONE DROGHE LEGGERE STATI UNITI –

Quello delle droghe leggere rappresenta e rappresenterà un giro d’affari esorbitante. Lo scorso anno, negli Stati Uniti, le 5 più importanti multinazionali del tabacco hanno fatturato la bellezza di 2,4 miliardi di dollari attraverso la vendita di marijuana legale: si tratta di una cifra enorme, considerando anche il fatto che la marijuana è legale solamente in alcuni stati e che in altri può essere usata solo per scopi terapeutici. Enorme è anche il mercato di chi usa le droghe leggere: ben 8 milioni di americani, infatti, dichiarano di fumare uno spinello al giorno ed è possibile che questo numero aumenterà con la legalizzazione in altri stati.

LEGGI ANCHE: Droga libera, un’assurda proposta di Antimafia e Dan. Il segno di una resa

PER APPROFONDIRE: Allarme super cannabis, causa un caso di psicosi su quattro. E aumenta il rischio schizofrenia