Sign up with your email address to be the first to know about new products, VIP offers, blog features & more.
[mc4wp_form id="5505"]
Questo sito contribuisce all'audience di

La pillola per dimagrire: che spreco…

di Posted on
Condivisioni

In America l’obesità rappresenta un virus nazionale, con quasi i due terzi della popolazione in sovrappeso, ma anche una grande industria delle diete, con le signore americane che pagano conti di decine di migliaia di dollari per rintanarsi in qualche casa di cura specializzata prima di tornare a mangiare fritti e cibi grassi. Nel giro d’affari non poteva mancare la pillola dei miracoli che, dopo alcune bocciature, la Food and Drug Administration, ha deciso di mettere in commercio consentendone la vendita dal 2013. Un rischio e uno spreco.

Un rischio perché queste pillole sono state considerate pericolose in quanto contengono sostanze anfetaminiche che possono causare altri danni all’organismo, in particolare alle valvole cardiache. Il miraggio di perdere cinque chili in pochi giorni, bloccando l’appetito nel cervello, è una sfida alle leggi della natura e al buon senso: uno spreco assoluto, anche per i costi che rappresenta. Molto meglio, invece, puntare su una semplice e sana dieta mediterranea e su una campagna a tappeto per una sana alimentazione. Qualche azienda alimentare e qualche colosso farmaceutico farebbero meno affari, ma i cittadini risparmierebbero soldi e guadagnerebbero salute.