Sign up with your email address to be the first to know about new products, VIP offers, blog features & more.
[mc4wp_form id="5505"]
Questo sito contribuisce all'audience di

Acqua, impariamo a non sprecarla ogni giorno. Innanzitutto nelle nostre case e nella vita domestica

E ricordiamo che in altre parti del mondo per l'acqua si combattono guerre che arrivano fino da noi. Un miliardo di persone non hanno accesso all'acqua potabile. E noi ne consumiamo 192 litri a testa al giorno, uno dei livelli più alti del mondo.

di Posted on
Condivisioni

IMPORTANZA DELL’ACQUA

Noi scialiamo con l’acqua, sprecandola ogni giorno. E loro, gli abitanti dei paesi dove manca, ne muoiono per cause sanitarie o per le guerre per averne il controllo. L’acqua che si spreca e l’acqua per la quale si crepa.

Nulla più dell’acqua, neanche il cibo, ci racconta il mondo ingiusto diviso in due stanze, come mi spiegava Madre Teresa di Calcutta, quelle dove in una si crepa e nell’altra si spreca. Un miliardo di persone, una buona parte concentrate nell’Africa affamata, non hanno accesso all’acqua potabile. Un altro miliardo di persone sciala con l’acqua, la spreca tutti i giorni, compresi gli italiani che ne consumano 175 litri a testa all’anno e allo stesso tempo si riempiono la pancia con acqua minerale per 192 litri pro capite, un record mondiale, dopo l’Arabia Saudita e il Messico.

PER APPROFONDIRE: «Più che la povertà, mi indigna lo spreco» (Madre Teresa di Calcutta – foto)

SCARSITÁ DI ACQUA

In una parte del mondo, dove l’acqua manca e non viene usata bene, solo l’8 per cento dei reflui domestici e industriali vengono trattati; nei paesi ad alto reddito, il girone dei ricchi, la percentuale sale al 70 per cento. Ricchi e poveri, gente che spreca e gente che crepe; famiglie che vivono nella sicurezza alimentare e sanitaria, famiglie che vivono di fatto nelle fogne. L’acqua, e la sua intollerabile distribuzione, ci segnala, come un termometro che sale alle stelle, la temperatura tropicale che avvolge nell’impotenza le grandi organizzazioni sovranazionali, dall’Onu all’Unicef, rispetto a questo problema planetario. Un motivo in più per farcene carico noi, singole persone e singole comunità, quotidianamente, con semplicità ma anche con efficacia.

Di fronte a questo scenario, non sprecare l’acqua, attraverso i comportamenti di tutti i giorni, gli stili di vita non francescani ma ispirati al buonsenso ed a un briciolo di responsabilità, diventa un gesto rivoluzionario. Dirompente. Gesto che evoca una necessità (ridurre i consumi di acqua), ma anche una responsabilità (non essere indifferenti rispetto a chi non ha accesso all’acqua).

LEGGI ANCHE: Non sprecate l’acqua in casa, tutte le regole per tagliare i consumi

SPRECHI QUOTIDIANI DI ACQUA

Basta partire da un numero: 192 litri a testa. Il nostro consumo pro capite, pari a 70mila litri l’anno, uno dei più alti del mondo. Decisamente troppi. Una bulimia che nasconde anche tanti sprechi, compresi quelli più insidiosi dei quali neanche più ci accorgiamo.

IMPORTANZA DELL’ACQUA NEL MONDO

In questo sito offriamo ai nostri lettori un piccolo e chiaro vademecum per evitare gli sprechi di acqua in casa. In fondo, nessuno potrà dire che è difficile chiudere un rubinetto dell’acqua mentre si lavano i denti, oppure installare un frangigetto che, da solo, vale un meno trenta per cento della spesa. E nessuno potrà dirci che è complicato usare la doccia più della vasca, oppure non lavare l’auto tutte le settimane. Sono gesti semplici, ma essenziali. Pensateci in questa Giornata Mondiale dell’acqua: conviene a voi, e in fondo conviene a tutto il Pianeta.

GESTI SEMPLICI PER RIDURRE IL CONSUMO DI ACQUA:

LEGGI ANCHE: