Questo sito contribuisce all'audience di

La magia del pallone per combattere gli sprechi, azzerare le distanze e superare le difficoltà

Le attività della Onlus Roma Cares, dalla lotta contro gli sprechi alimentari ai progetti per sensibilizzare i più giovani sui valori educativi e positivi dello sport.

IN CONCORSO
EDIZIONE 2017
La magia del pallone per combattere gli sprechi, azzerare le distanze e superare le difficoltà
Impegno sociale squadre di calcio
di
Condivisioni

IMPEGNO SOCIALE SQUADRE DI CALCIO

Sarà capitato anche a voi di partecipare ad un evento con buffet e di chiedervi dove vanno a finire il risotto, la pasta, le pizzette e i dolci avanzati. Fortunatamente, il nostro Paese sta facendo notevoli passi in avanti nella lotta agli sprechi alimentari. A un anno dall’approvazione dell’apposita legge infatti, il bilancio è decisamente positivo: le donazioni di alimenti da parte delle imprese operanti nei diversi settori dell’intera filiera economica sono aumentate e questo grazie anche alla semplificazione burocratica delle procedure.

LEGGI ANCHE: Quando il calcio abbatte le barriere, la storia di Antonio, l’allenatore in carrozzina

ROMA CARES

C’è il settore della grande distribuzione che, come rileva Banco Alimentare, in un anno, da settembre 2016 a settembre 2017, ha incrementato del 20 per cento il recupero delle eccedenze alimentari e ci sono le sempre più numerose associazioni che, ogni giorno, si impegnano per azzerare gli sprechi di cibo. Come Roma Cares la Onlus legata al più ampio contesto di Responsabilità e Sostenibilità sociale della squadra di calcio AS Roma che, dal 2014, promuove progetti e campagne per diffondere valori educativi e positivi nello sport.

ROMA CARES RECUPERO CIBO

In particolare, da anni, nel corso delle diverse stagioni calcistiche, Roma Cares e As Roma, in collaborazione con Equoevento Onlus, recuperano le eccedenze alimentari dell’area ospitalità dello Stadio Olimpico per metterle a disposizione delle case famiglie e degli enti caritatevoli della Capitale.

Oltre 16mila i pasti salvati dall’area ospitalità dello Stadio Olimpico durante gli ultimi tre campionati di calcio della squadra di Serie A AS Roma, e poi distribuiti alle mense e alle diverse realtà che offrono assistenza a chi è in difficoltà tra cui la Comunità di Sant’Egidio, il Regina Mundi e la mensa di Santa Lucia. Merito anche del “Food Day”, la raccolta alimentare che, ogni anno, durante il mese di novembre, coinvolge i tifosi della AS Roma.

FOOD DAY E TOYS DAY

E non solo: sono tante le iniziative portate avanti da Roma Cares con finalità di solidarietà sociale come il “Toys Day” che si svolge, ogni anno, durante il mese di dicembre, presso lo Stadio Olimpico. Tutti i tifosi possono donare giocattoli nuovi presso gli appositi punti di raccolta stabiliti da Roma Cares e poi, successivamente, i calciatori li consegnano personalmente ai bambini ricoverati negli ospedali romani.

Roma Cares sostiene inoltre le piccole squadre, le associazioni, le parrocchie e le associazioni italiane ed estere mettendo a loro disposizione il materiale sportivo inutilizzato o fallato.

PER APPROFONDIRE: Come scegliere lo sport giusto per i bambini, dal calcio al tennis, anche in base all’età

A SCUOLA DI TIFO ROMA CARES

In collaborazione con Roma Capitale invece il progetto “A scuola di tifo” rivolto agli studenti delle scuole primarie e secondarie di primo grado che vede As Roma e Roma Cares impegnate nella sensibilizzazione dei giovani sullo sport come portatore di valori quali il rispetto reciproco e la tolleranza e sul tifo come momento di sana e divertente aggregazione sociale. L’iniziativa ha già coinvolto più di 80 classi e circa 6mila studenti.

Nel video alcuni momenti dell’incontro-progetto “A scuola di tifo” presso l’Istituto Internazionale di Istruzione Paritario Giovanni Paolo II di Roma con la partecipazione del calciatore dell’As Roma Daniele De Rossi:

CALCIO INSIEME ROMA CARES

E ancora, la magia del pallone per azzerare le distanze e andare oltre le difficoltà: grazie al progetto “Calcio insieme” promosso da Roma Cares insieme allo staff dell’Asd Accademia di Calcio Integrato, tanti bambini e ragazzi di età compresa tra i 6 e i 12 anni, con o senza disabilità, partecipano ad attività culturali, artistiche e sportive in grado di favorire l’interazione e il lavoro di gruppo e lo sviluppo di abilità sociali. Attività portate avanti da un team di istruttori esperti, psicologi dello sport, terapisti del linguaggio ed educatori.

GIOCARE È UN’ARTE ROMA CARES

Infine, “Giocare è un’arte”, l’iniziativa che coinvolge i bambini ospiti di case famiglia ed enti caritatevoli e che offre loro un momento di svago portandoli alla scoperta della Capitale, della sua grandiosa storia, dei suoi luoghi d’arte e cultura.

Progetti importanti che testimoniamo l’importanza dello sport come strumento di sensibilizzazione su temi importanti e fondamentali per il nostro futuro e di educazione e integrazione sociale.

Il progetto è in concorso per l’edizione 2017 del Premio Non Sprecare. Per conoscere il bando e partecipare vai qui! 

Se il progetto ti è piaciuto condividilo su Facebook, Twitter e G+!

Scopri tutti gli altri progetti in concorso per il Premio Non sprecare 2017:

Ultime Notizie: