Sign up with your email address to be the first to know about new products, VIP offers, blog features & more.
[mc4wp_form id="5505"]
Questo sito contribuisce all'audience di

Green Smart Living, la casa con le pareti rivestite di muschio. E con uno spazio per l’orto d’inverno

Il progetto dell’architetto Massimiliano Mandarini, dove colori, arredamenti e uso degli spazi sono in armonia con l’ambiente. Tutto a impatto zero. Con un terrazzo equipaggiato con pannelli fotovoltaici.

Condivisioni

ARCHITETTURA GREEN

Lo spazio di Green Smart Living – Empathy Design With Nature è viola e verde, e nessuna scelta cromatica potrebbe essere più adatta: il verde brillante alle pareti viene dal muschio, rivestimento ecologico, naturale e assolutamente sostenibile che permette di isolare gli ambienti dal caldo, dal freddo e dal rumore. In effetti, quando si entra nello spazio concepito dall’architetto Massimiliano Mandarini sembra di entrare in una dimensione dove la luce, il colore, l’arredamento e persino la disposizione degli elementi siano assolutamente in armonia con l’ambiente. Ed è proprio questo il principio chiave della ricerca stilistica ed etica dell’architetto Mandarini, un’architettura e un design green, non solo sostenibili dal punto di vista ambientale ed energetico, ma addirittura “empatici” con il mondo che li circonda. Non oggetti estranei, ma parti integranti della biosfera, che sviluppano una connessione con l’ambiente, in un flusso continuo e bidirezionale.

LEGGI ANCHE:Spaceship: la navicella spaziale autosufficiente. In legno, a impatto zero. Con l’orto verticale

green living empathy architettura green

GREEN LIVING- EMPATHY DESIGN WITH NATURE

Mandarini racconta della sua concezione di architettura circolare, che ha dato poi vita a questa costruzione in linea con i principi del green living e dello sharing: nell’immaginare ed ideare Empathy, Mandarini si è rivolto all’economia del dono e della condivisione ed ha ipotizzato ambienti abitativi o lavorativi in cui il design sia al servizio dell’uomo, lo metta al centro, permettendogli di vivere in armonia e serenità con i posti che frequenta e che sceglie di abitare. Un approccio filosofico al design prima che tecnico, ma che diventa anche ricerca delle innovazioni tecnologiche più all’avanguardia, eco-intelligenti e green, in cui Mandarini si approccia allo spazio senza un confine netto tra esterno ed interno: essi si confondono, si ibridano, si connettono, a partire dalle ampie vetrate che si aprono sull’orto d’inverno, biodinamico e rampicante, fino ad arrivare al terrazzo giardino equipaggiato con pannelli fotovoltaici di ultima generazione.

Insignito del premio World Green Design Award, il progetto Green Living-Empathy è un ambiente modulare con elevatissime prestazioni antisismiche, acustiche, termiche ed energetiche, ma soprattutto uno spazio in cui educare ed educarsi al rispetto per l’ambiente, in cui vivere e lavorare nel comfort e in armonia con la natura. Lo sguardo del design green vuole dare anche una risposta al cemento selvaggio e allo sviluppo disarmonico delle nostre città, per ripensarle, riqualificarle e rinnovarle attraverso costruzioni ecocompatibili, ad impatto zero che riescano a ricreare equilibrio ed armonia tra uomo e natura. Empatia, appunto.

(L’immagine in evidenza e la foto nel testo sono tratte dalla pagina Facebook di Inhabits – Milano Design City)

PIANTE IN CASA E UFFICIO: VIVERE GREEN FA BENE