Sign up with your email address to be the first to know about new products, VIP offers, blog features & more.
[mc4wp_form id="5505"]
Questo sito contribuisce all'audience di

Giornata mondiale dell’Ambiente, ogni minuto compriamo un milione di bottiglie di plastica

La plastica serve, ma molti oggetti sono inutili. E possiamo comunque ridurne l’uso, tutti i giorni. Le immagini della balena soffocata da 80 sacchetti di plastica. Un pensiero da regalare per questa Giornata? L’enciclica Laudato sì.

Condivisioni

GIORNATA MONDIALE AMBIENTE

Un mondo che soffoca nella plastica. La Giornata mondiale dell’Ambiente 2018 è dedicata alla lotta contro l’uso e l’abuso della plastica nel mondo. Un numero per tutti: ogni minuto nel pianeta vengono acquistate 1 milione di bottiglie di plastica. Di ogni genere.  Queste bottigliette poi, come rifiuti, finiscono a mare, nelle spiagge, o nelle pance degli animali, come la balena che abbiamo visto soffocata da 80 sacchetti di plastica. La plastica serve, ha una sua utilità, ma possiamo ridurne nettamente l’uso, sostituendola con altri materiali ed eliminando oggetti inutili, come le cannucce e i cotton fioc. Il nostro rapporto con la plastica ha gli stessi vizi di fondo del nostro rapporto, in generale, con i consumi.

(Nell’immagine, gli 80 sacchetti di plastica rinvenuti nello stomaco della balena trovata in fin di vita su una spiaggia in Thailandia)

LEGGI ANCHE: Plastica, l’Europa vieta i prodotti usa-e-getta. E i consumatori risparmiano 6,5 miliardi di euro

CONSUMARE CON MODERAZIONE

I consumi sono necessari, indispensabili, anche per la ripartenza dell’economia. Ma il consumo drogato, ispirato appunto alla logica dello spreco, è solo un modo per spingere artificialmente il motore del capitalismo, truccarlo. E alla fine, prima o poi, i nodi vengono al pettine, come abbiamo visto dal giorno dell’esplosione della Grande Crisi. Al contrario, il consumo moderato è più solido, costante, necessario. E produce frutti nel lungo periodo. È inutile avere guardaroba con un terzo di abiti che non utilizziamo, così come è assurdo che nelle case degli italiani ci siano, in media, 8 elettrodomestici inutilizzati. Piuttosto la nuova economia, dovrebbe spingerci a recuperare l’arte della manutenzione (che significa posti di lavoro) e la capacità, industriale e individuale, di riciclare gli oggetti, di dare loro sempre  e comunque una seconda vita. Questa è l’economia circolare, un pezzo del nuovo modello di sviluppo che stiamo costruendo.

PER APPROFONDIRE: Una vita con meno plastica, meno stress. E più benessere. Il segreto dei piccoli gesti nel racconto di questo libro

ENCICLICA PAPA AMBIENTE

Ancora una considerazione per la Giornata mondiale dell’Ambiente: festeggiatela regalando l’enciclica di Papa Francesco Laudato sì, dedicata proprio ai temi di un’ecologia integrale, che poggia la sua leva sulle azioni quotidiane, sui piccoli gesti di ogni giorno. Già il titolo, Laudato sì, è indicativo, perché riprende il Cantico delle creature di San Francesco e dunque l’impegno che abbiamo di custodire il Creato. Ma l’uomo quando spreca, quando scarta in modo dissennato, cose e perfino persone, fa il contrario: distrugge e con conserva. Non sprecare significa anche questo: conquistare la responsabilità di una terra il cui futuro, e la sua qualità, dipendono innanzitutto da noi, dai nostri stili di vita e dai nostri consumi.

COME RIDURRE OGNI GIORNO I CONSUMI DI PLASTICA:

  1. Sacchetti bio, per scansarli compriamo meno frutta e confezionata con la plastica. I guai di una legge demenziale
  2. Stoviglie biodegradabili: ecco come le foglie di palme sostituiscono la plastica (video)
  3. Frutta e verdura bio, vendute in confezioni di plastica. Ma che senso ha? Solo per alzare il prezzo?
  4. Imballaggi, come eliminare e ridurre quelli inutili in 10 semplici mosse. E sono tanti…
  5. Insalata e verdure, ma perché continuiamo a comprarle in buste di plastica? Paghiamo di più, e non guadagniamo tempo
  6. Etichette laser per il cibo, in Svezia risparmiano plastica ed energia con un marchio naturale
  7. Cannucce di plastica per le bibite: eliminiamole. Come hanno fatto molti bar nel mondo (foto)

LEGGI ANCHE: