Questo sito contribuisce all'audience di

Naoto Matsumura è l’eroe del Giappone: è restato a Fukushima per salvare gli animali (Foto e Video)

Non ha lasciato l’aria a rischio solo per assistere migliaia di bestie abbandonate dalla popolazione in fuga. A un giornalista della Bbc ha detto: «Dovevo farlo, non avevo altra scelta, e non ho paura di morire…».

Naoto Matsumura è l’eroe del Giappone: è restato a Fukushima per salvare gli animali (Foto e Video)
Fukushima animali abbandonati: la storia di Naoto Matsumura
di
Condivisioni

FUKUSHIMA ANIMALI ABBANDONATI -

E’ l’eroe del Giappone contemporaneo. Un simbolo del paese, sostenuto e aiutato nella sua battaglia, anche finanziariamente, attraverso il consenso che arriva dalla rete Internet. Naoto Matsumura, 56 anni, è un ex operaio edile, nato e cresciuto nel cuore dell’area radioattiva di Fukushima, devastata dalla rottura di una centrale nel marzo del 2011.

LEGGI ANCHE: L’amianto ancora ci circonda, ne abbiamo 5 quintali per ogni cittadino. Ovunque

NAOTO MATSUMURA FUKUSHIMA -

Da allora Naoto, a differenza dei suoi 17mila concittadini, non si è mai mosso dalla zona rossa. È rimasto nell’epicentro del disastro con un solo scopo: salvare migliaia di animali abbandonati da intere famiglie in fuga dal pericolo. Cani, gatti, ma anche pecore, cavalli e scoiattoli. Naoto li cura, offre cibo e assistenza e li accudisce in un’area che ha attrezzato come se fosse un gigantesco zoo. A Tomioka, una delle zone più colpite dalle radiazioni.

(Fonte immagini: Facebook)

L’UOMO CHE SI PRENDE CURA DEGLI ANIMALI ABBANDONATI A FUKUSHIMA -

Quando un giornalista della Bbc è andato a trovarlo per raccontare la sua storia, Naoto non si è scomposto, e ha così commentato una scelta di vita tanto radicale: «Non avevo altra possibilità, non potevo lasciare morire migliaia di animali abbandonati. I miei rischi? Non credo, e spero, di correrne di particolari, anche perché per esempio mangio solo cibo che proviene da molto lontano. E poi mi hanno detto che le radiazioni potrebbero colpirmi tra 30-40 anni, ma allora sarò comunque morto…». Auguri di lunga vita, caro Naoto, in compagnia dei tuoi animali che hai salvato da una morte orribile.

PER APPROFONDIRE: La storia di Jia Haixia e Jia Wenqi, due amici disabili, e della loro lotta per la salvaguardia del pianeta

Ultime Notizie: