Sign up with your email address to be the first to know about new products, VIP offers, blog features & more.
[mc4wp_form id="5505"]
Questo sito contribuisce all'audience di

Evasori fiscali: 30mila contribuenti italiani nascosti a San Marino. Con 33 miliardi di euro

Imprenditori, banchieri, professionisti e perfino criminali: tutti impunti da diversi anni. Nelle banche della piccola repubblica, nel cuore dell’Italia, si nasconde un campione dei furbetti del fisco. Grazie ai quali gli italiani onesti pagano tasse record.

da Posted on
Condivisioni

EVASORI ITALIANI SAN MARINO –

L’evasione fiscale in Italia è come un vaso di Pandora, e ogni giorno se ne scopre qualche nuovo pezzo. Si scopre, ma non si riesce ad eliminare. Sappiamo da tempo che a San Marino, ovvero nel cuore del Paese, si concentra una bella fetta di evasori fiscali, specie delle regioni limitrofe, dall’Emilia Romagna alle Marche. Oltre ai soliti noti, imprenditori, banchieri e professionisti, ci sarebbero però anche conti intestati a personaggi delle regioni meridionali in odore di malavita organizzata. Il settimanale L’Espresso questa settimana, in un’inchiesta molto documentata, pubblica tutti i particolari dello scandalo.

LEGGI ANCHE: Evasione fiscale, siamo a quota 91 miliardi. Per questo paghiamo tante tasse…

EVASIONE FISCALE A SAN MARINO –

In appena nove anni, dal 2006 al 2014, i movimenti bancari tra San Marino e l’Italia sono stati pari a 33 miliardi di euro, e 26.900 cittadini italiani, dei quali 23.500 sono persone fisiche e 2.550 società, hanno conti accesi presso banche della piccola repubblica. Insomma: numeri importanti per un fenomeno che stravolge i conti pubblici e costringe il governo a tenere alto il livello di tassazione.

SAN MARINO PARADISO FISCALE –

A questo punto ci sono due domande da farsi. La prima: ma è possibile mai che da anni conosciamo lo scandalo dell’evasione nascosta a San Marino, e ogni volta dobbiamo fare finta di sorprenderci per la sua portata? I furbetti del fisco sembrano così destinati a ricevere una sorta di impunità a vita, e allora perché  gli altri cittadini dovrebbero pagare regolarmente le tasse? La seconda domanda, invece, riguarda la sanatoria fiscale con la quale, entro poco tempo, gli evasori potranno regolarizzare le loro posizioni e portare i loro soldi sporchi in Italia: siamo davvero convinti che sia un metodo equo ed efficace, o piuttosto l’ennesimo regalo all’evasione? La mia sensazione è che, a proposito di fisco, una piccola e inutile repubblica, come San Marino, fa diventare la nostra, quella italiana, un’autentica repubblica delle banane.

PER APPROFONDIRE: Meno tasse se pulisci la strada o vigili all’ingresso delle scuole

LEGGI ANCHE: