Sign up with your email address to be the first to know about new products, VIP offers, blog features & more.
[mc4wp_form id="5505"]
Questo sito contribuisce all'audience di

Equovento, i volontari che recuperano il cibo sprecato nei matrimoni e negli eventi

Pranzi e cene di nozze, congressi, meeting aziendali: ovunque si consuma lo scempio del cibo che finisce nella spazzatura. Anche un terzo dei pasti. Equovento invece riesce a recuperarlo per poi donarlo alle mense dei poveri

Condivisioni

EQUOEVENTO

Matrimoni, congressi, conferenze, cene di lavoro, eventi istituzionali. Sicuramente vi sarà capitato di presenziare ad uno di questi eventi, caratterizzati da compagnie numerose e catering eccezionali. Vi siete mai chiesti dove vanno a finire tutte le succulente pietanze che non vengono consumate? Nel 2013 un gruppo di cinque giovani amici, ad un matrimonio, si è posto questa domanda e, dopo aver appreso che tutte le eccedenze alimentari dei grandi eventi vengono gettate via, i giovani professionisti si sono messi all’opera. È così che è nata Equoevento Onlus, un’organizzazione a scopi benefici che si occupa di recuperare gli sprechi di cibo dei diversi tipi di eventi citati sopra e di ridistribuirli ai più bisognosi nelle mense cittadine o grazie all’aiuto di enti benefici quali la Caritas o Sant’Egidio.

LEGGI ANCHE: Nella scuola primaria Rio Cro­sio di Asti si combatte lo spreco di cibo con le mezze porzioni

CIBO SPRECATO

Da dove nasce la necessità di un’organizzazione come Equoevento? In Italia ogni anno vengono sprecati generi alimentari, di cui la maggior parte sotto forma di pasti cucinati, per un valore di oltre 10 miliardi di euro. Questa cifra rappresenta però solo lo spreco domestico. Bisogna inoltre considerare che le agenzie di catering stimano un margine di sicurezza, una specie di cuscinetto che garantisce loro di non trovarsi nella imbarazzante situazione in cui le pietanze non bastino per i presenti, pari al 30%. La maggior parte di questo margine verrebbe gettata via se il furgone refrigerato e i contenitori isolanti di Equoevento non fossero pronti a recuperarla direttamente in loco, ad un orario prestabilito. L’efficienza di Equoevento ha permesso all’organizzazione di crescere immensamente dalla sua nascita: in pochi anni ha salvato centinaia di migliaia di pasti nelle città di Roma, Milano e Torino.

RACCOLTA CIBO AVANZATO

Quali sono i principi di Equoevento? Questa organizzazione paladina della lotta contro gli sprechi ha una missione molto chiara: ‘meno sprechi, meno fame, meno rifiuti uguale più felicità’. In una società afflitta da sia dalla mancanza, la fame, che dall’abbondanza, i rifiuti e lo spreco, Equoevento ha trovato il meccanismo perfetto per trasformare il ‘di più’ in una risorsa. Questa organizzazione è il moderno Robin Hood, ed agisce nell’ambito della legalità.

SPRECHI ALIMENTARI

La passione e la dedizione alla causa sociale ha permesso a questa organizzazione di crescere immensamente: in pochi anni Equoevento ha stabilito partnerships regolari con associazioni quali Federcongressi ed alcune istituzioni sportive. È anche importante ricordare che è anche merito della legislazione Italiana se associazioni come questa possono prosperare nel nostro territorio: la legge 19 agosto 2016, n°166 – disposizioni concernenti la donazione e distribuzione di prodotti alimentari e farmaceutici a fini di solidarietà sociale e per la limitazione degli sprechi – permette non solo di donare gli sprechi alimentari e farmaceutici a scopi benefici, ma fornisce anche incentivi fiscali per gli enti, come Equoevento, che sono impegnati nella lotta allo spreco.

La foto è tratta dalla pagina Facebook di Equoevento

PROGETTI IN CONCORSO PER IL PREMIO NON SPRECARE EDIZIONE 2017:

Il progetto è in concorso per l’edizione 2017 del Premio Non Sprecare. Per conoscere il bando e partecipare vai qui! 

Se il progetto ti è piaciuto condividilo su Facebook, Twitter e G+!