Sign up with your email address to be the first to know about new products, VIP offers, blog features & more.
[mc4wp_form id="5505"]
Questo sito contribuisce all'audience di

Ottenere energia elettrica dalla sabbia: l’idea vincente arriva da Salerno

La ditta salernitana Magaldi, in collaborazione con l’Università di Napoli e il CNR, ha dato vita a STEM, progetto che ha come obiettivo la produzione di energia elettrica dalla sabbia.

Condivisioni

ENERGIA ELETTRICA DALLA SABBIA –

Si chiama STEM (Solare Termodinamico Magaldi) ed è un progetto di grande innovazione nel settore delle energie rinnovabili, messo a punto dalla ditta salernitana Magaldi, dall’Università di Napoli e dal Cnr. Obiettivo del progetto è quello di produrre energia elettrica dalla sabbia.

COME FUNZIONA STEM –

Il funzionamento alla base di STEM è molto semplice: una serie di specchi sfrutta l’energia solare per riscaldare la sabbia, portandola a temperature che raggiungono anche i 600 gradi. Segue un processo di trasformazione attraverso il quale si ottiene energia elettrica. Il progetto andrà a regime con un impianto nella provincia di Messina e, intanto, sono già arrivate richieste dal Cile, dall’India, dal Sudafrica e dall’Australia.

LA STORIA: Waka Waka, la lampada a energia solare per le popolazioni dei paesi poveri

LEGGI ANCHE: A Boston, lo smartphone si ricarica attraverso una speciale panchina a energia solare

LEGGI ANCHE: