Sign up with your email address to be the first to know about new products, VIP offers, blog features & more.
[mc4wp_form id="5505"]
Questo sito contribuisce all'audience di

Si va in vacanza, e dove lasciamo cani e gatti? Ecco le migliori soluzioni (foto)

Pensioni, amici o parenti. Quando si tratta di ferie, gli animali possono diventare un problema. Ma ci sono alcuni servizi che possono aiutare

Condivisioni

DOVE LASCIARE GLI ANIMALI QUANDO SI VA IN VACANZA

Quattro italiani su 100 riescono a portare con sé il loro animale domestico, innanzitutto cani e gatti, anche in vacanza. Ma quasi la metà trova difficoltà nella scelta dell’albergo, nell’uscire la sera, nell’andare in un ristorante o in un locale pubblico. Da qui l’assoluta necessità di trovare una soluzione adatta al problema: dove sistemare cani e gatti, se non possiamo portarli in vacanza. Tenendo conto di una premessa fondamentale, che riguarda la loro salute. Gli animali domestici, anche durante il periodo estivo o in un qualsiasi ciclo di vacanze, devono conservare le loro abitudini. Orari di uscita per i bisognini, somministrazione di cibo, cicli del sonno. 

LEGGI ANCHE: Cani e gatti in vacanza, tutti i consigli per goderseli e non trascurarli (Foto)

PENSIONI PER ANIMALI

Gli scempi maggiori, con i nostri animali domestici, avvengono durante le vacanze. Quando riusciamo perfino ad avere la crudeltà di abbandonarli, solo perché non siamo stati capaci di organizzare in modo compatibile il nostro calendario di relax con la loro vita ordinaria.

I proprietari di un animale lo sanno: quando si va in vacanza è sempre un problema. Non sono molte, infatti, le strutture “pet friendly”. Alberghi, ristoranti, ma anche spiagge spesso sono vietate agli amici pelosi. Oltre a questo problema, c’è anche la questione degli spostamenti: costringere gli animali a lunghe ore in auto, o farli viaggiare in nave o in aereo, può rivelarsi uno stress troppo grande per loro.

Nel caso in cui si preferisca lasciarli a casa si pone il dilemma: a chi lasciarli? C’è chi è fortunato e può contare sul sostegno di amici e parenti. Per gli altri, c’è l’opportunità delle pensioni, che però in genere sono molto costose.

PER APPROFONDIRE: Assicurazione per gli animali domestici, quando è necessaria e come evitare salassi

DOVE LASCIARE IL CANE PER QUALCHE GIORNO

Ecco perché ci sono alcuni servizi che propongono, al pari di Airbnb e altri, un sistema che permette di far incontrare i padroni con i pet sitters.

  • PAWSHAKE

Uno di questi è Pawshake.it (letteralmente, “stringiamoci la zampa”), il sito che permette di selezionare un amante degli animali a cui affidare il proprio gatto, cane o altro amico con due o quattro zampe. Disponibile online, ma anche via app (sia iOS sia Android), il sistema richiede di inserire il proprio indirizzo di residenza e poi mostra l’elenco dei pet sitters più vicini con relative recensioni lasciate da precedenti clienti.
In più, è possibile vedere quali sono gli animali ammessi, per quale periodo e il costo che si dovrà sostenere per il periodo di ferie. Infine, il servizio fornisce anche un’assicurazione gratuita per coprire l’assistenza veterinaria, in caso di bisogno.

  • DOGBUDDY

Pensato esclusivamente per i cani, invece, il servizio DogBuddy, una community dedicata agli amanti degli animali e fondata nel 2013. L’intuizione è nata dall’esigenza personale di Enrico Sargiacomo, creatore del servizio, anch’esso proprietario di un cane. Così ha deciso di costruire una community online in grado di mettere in contatto i proprietari dei cani con altri amanti degli animali che offrono ospitalità.
Attualmente DogBuddy opera in ItaliaSpagnaFranciaGermania e Inghilterra.

  • PETSHARING

Un’altra soluzione è PetSharing, un sito che nasce dall’esperienza di una ragazza americana, Jennifer Schwartz, che per molti anni ha vissuto in Italia.
Si tratta di un’associazione senza scopo di lucro che ha l’obiettivo di limitare l’abbandono di animali attraverso una community di volontari.

Il sistema funziona in modo simile agli altri due, ma è gratuito. L’unica richiesta è una quota annuale di iscrizione di 30 euro. L’importo dà diritto ad alcuni diritti, tra cui una carta sconto presso strutture convenzionate e una copertura assicurativa a prezzo ridotto.

COME CRESCERE CON CURA I NOSTRI ANIMALI DOMESTICI:

  1. Risparmiare sulle spese per il cibo degli animali domestici: un piccolo vademecum
  2. Come proteggere gli animali dal caldo e dallo sforzo eccessivo. Tutto in 10 mosse
  3. Dove andare in vacanza con il proprio cane: le strutture e le spiagge dog-friendly
  4. Pulci dei gatti: eliminatele con questi rimedi naturali. Dall’aceto a limone e bicarbonato (foto)
  5. Come e quanto dare da mangiare ai cani: 10 errori da evitare per una dieta equilibrata