Sign up with your email address to be the first to know about new products, VIP offers, blog features & more.
[mc4wp_form id="5505"]
Questo sito contribuisce all'audience di

Dormire poco danneggia la memoria e la capacità di apprendimento

In particolare, la perdita di sonno andrebbe infatti a colpire una zona del cervello denominata “ippocampo”, fondamentale per la memorizzazione di dati spazio-temporali.

da Posted on
Condivisioni

DORMIRE POCO FA MALE ALLA MEMORIA –

Dormire poco e male, non solo non ci permette di ricaricare le energie ma provoca anche danni alla nostra memoria. L’allarme arriva da una ricerca svolta da un team di ricercatori dell’università di Groningen, in Olanda, guidati dal dottor Peter Meerlo.

LEGGI ANCHE: Italiani che sprecano il sonno, il 30 per cento dorme meno di 6 ore a notte

CONSEGUENZE DELLA PERDITA DI SONNO –

In particolare, secondo gli studiosi, perdere troppe ore di sonno provocherebbe danni alla nostra capacità di apprendimento e alla memoria spaziale nel tempo. La perdita di sonno andrebbe infatti a colpire una zona del cervello denominata “ippocampo”, fondamentale per la memorizzazione di dati spazio-temporali.

Adattare regolarmente i nostri ricordi alle mutevoli condizioni è fondamentale per gestire le variazioni regolari di un ambiente come ad esempio il tragitto da un nuovo posto di lavoro a casa.

Un motivo in più per cercare di condurre una vita il più possibile regolare e destinare al riposo il giusto numero di ore di sonno, un nutrimento importante per il nostro organismo come il bere e il mangiare.

PER APPROFONDIRE: Dormire bene, ecco gli alimenti che favoriscono il relax e conciliano il sonno

LEGGI ANCHE: