Sign up with your email address to be the first to know about new products, VIP offers, blog features & more.
[mc4wp_form id="5505"]
Questo sito contribuisce all'audience di

Domenica 8 maggio torna il biciday

di Posted on
Condivisioni

La Giornata Nazionale della Bicicletta, giunta alla seconda edizione, si svolgerà domenica all’insegna del 150esimo anniversario dell’Unità d’Italia e con l’adesione di oltre mille Comuni.

Presentando a Roma la manifestazione, il ministro dell’Ambiente Stefania Prestigiacomo ha spiegato: «La giornata della bicicletta ha avuto un successo strepitoso l’anno scorso. È un momento per celebrare la mobilità più ecologica per eccellenza, ovvero quella delle due ruote. Anche quest’anno hanno aderito all’iniziativa migliaia di comuni italiani che organizzeranno una serie di eventi, alcuni dei quali dedicati al 150esimo anniversario dell’Unità d’Italia».

Prestigiacomo ha sottolineato che la mobilità ciclistica «deve diventare sempre più diffusa nel nostro paese e quindi bisogna lavorare per realizzare piste ciclabili e per diminuire i pericoli che i ciclisti incontrano sulle strade».

Il biciday, ha poi aggiunto, si avvia a diventare sempre più «istituzionale» grazie al disegno di legge «misure per lo sviluppo della mobilità ciclistica» che, dopo il parere favorevole della Conferenza Stato-Regioni, è stato riapprovato recentemente dal Consiglio dei ministri e sta per approdare in parlamento.

Intanto la manifestazione di domenica prevede anche dei tour in bicicletta attraverso i luoghi più significativi del Risorgimento in città quali Roma, Milano, Torino, Firenze, Reggio Emilia e Marsala. I tour partiranno contemporaneamente e lungo il percorso verranno distribuite ai partecipanti delle bandierine verdi, bianche e rosse da esporre sulla propria bici.

Inoltre, come l’anno scorso, vi sarà il concorso Bicity in cui saranno premiati i comuni che in occasione della Giornata destineranno, in via esclusiva alle biciclette, il percorso più lungo rapportato alla popolazione residente, riservando ai ciclisti parti del centro storico o aree generalmente attraversate dai veicoli.