Sign up with your email address to be the first to know about new products, VIP offers, blog features & more.
[mc4wp_form id="5505"]
Questo sito contribuisce all'audience di

Divieto di fumo in spiaggia in Francia e Corsica. E in Italia, è Bibione il primo litorale smoke free

Alle 26 spiagge della Costa Azzurra in cui è vietato accendere sigarette, si sono aggiunti ora anche dieci litorali della Corsica. E a Bibione la prima spiaggia italiana in cui non si può fumare.

da Posted on
Condivisioni

DIVIETO DI FUMO IN SPIAGGIA –

Vietato fumare in spiaggia: la Francia non indietreggia di fronte al provvedimento varato lo scorso anno in ben 26 spiagge della Costa Azzurra, portato avanti per cercare di fronteggiare la cattiva abitudine dei fumatori di gettare nella sabbia i mozziconi di sigaretta, ed estende il divieto anche a quelle della Corsica.

LEGGI ANCHE: La bella iniziativa di un pensionato siciliano per liberare la spiaggia dai mozziconi di sigaretta

SPIAGGE FRANCIA E CORSICA IN CUI È VIETATO FUMARE –

Sono dieci infatti i litorali dell’isola in cui non è più possibile accendere sigarette. Si tratta di Ajaccio (Ricanto, Saint François, Trottel), Bonifacio (Balistra, Grand Sperone, Piantarella, Rondinara, Tonnara) e Porto Vecchio (Santa-Giulia, Palombaggia).

SPIAGGE SMOKE FREE –

Un provvedimento “Plages sans tabac” (Spiagge senza tabacco), promosso dalla Lega contro il cancro e apprezzato anche dalla maggioranza dei cittadini. Un divieto che mira alla tutela dell’ambiente e della salute delle famiglie con bambini e di tutti i non fumatori spesso esposti al fumo passivo. Senza considerare anche gli enormi costi che le amministrazioni devono sostenere per raccogliere le cicche.

In caso di infrazione della regola, scattano subito le multe stabilite in maniera autonoma dai Comuni in cui viene portato avanti il progetto.

DIVIETO DI FUMO IN SPIAGGIA IN ITALIA –

E in Italia? Anche nel nostro Paese  c’è un Comune che ha deciso di rendere smoke free il proprio litorale: si tratta di Bibione, in Veneto. Attraverso il progetto “Respira il mare”, portato avanti già da qualche anno, l’amministrazione cerca di evitare che i mozziconi inquinino spiaggia e mare. Un provvedimento che ha raccolto tantissimi pareri positivi e che speriamo venga presto adottato anche in tante altre spiagge d’Italia.

PER APPROFONDIRE: Il vademecum per mantenere la spiaggia pulita, consigli e regole per essere ecosostenibili