Questo sito contribuisce all'audience di

Illuminazione pubblica: i comuni spendono più di 1 miliardo. Con molti sprechi e poca sicurezza

Il nostro consumo pro-capite di luci pubbliche è pari a più del doppio di Germania e Gran Bretagna. Il commissario Cottarelli propose un mini-piano per risparmiare subito sprechi pari a 400 milioni di euro. Ma da allora nulla è stato fatto, e lo spreco continua

Illuminazione pubblica: i comuni spendono più di 1 miliardo. Con molti sprechi e poca sicurezza
Costo dell'illuminazione pubblica in italia
di
Condivisioni

COSTO ILLUMINAZIONE PUBBLICA ITALIA –

Fateci caso, girando per le nostra strade, per le piazze delle città, per quei viali periferici delle zone urbane: ovunque abbiamo impianti di illuminazione pubblica che riescono nell’incredibile primato di sommare sprechi enormi, a inquinamento e pessima qualità dei servizi. Un vero Bingo della cattiva gestione di un servizio, che paghiamo, come italiani, con la bella somma di 18,7 euro pro capite. Mentre nelle strade non è certo garantita la sicurezza e l’efficienza degli impianti di illuminazione.

LEGGI ANCHE: Illuminazione pubblica, la tecnologia led può farci risparmiare il 30 per cento in bolletta

Quanti sprechi di luce nelle nostre città! I comuni spendono ogni anno per l’elettricità 1 miliardo e 800 milioni, dei quali i due terzi per l’illuminazione pubblica. Abbiamo città e piccoli centri che sembrano delle ville lumière, e siamo diventati i più spreconi d’Europa.

Il consumo pro capite per illuminazione pubblica in Italia è pari a 100 hWh, più del doppio della Germania e della Gran Bretagna e un terzo in più della Francia. A Berlino gli abitanti per punti luce sono 15,6, a Milano 9,4. Un abisso, tutto a nostro svantaggio.

PER SAPERNE DI PIÙ: Illuminazione pubblica: la tecnologia led può farci risparmiare il 30 per cento in bolletta

SPRECO ILLUMINAZIONE PUBBLICA –

Quando era commissario straordinario alla spending review, Carlo Cottarelli fece un esperimento. Mise sulla sua scrivania una serie di fotografie prese di notte dai satelliti che sorvolano l’Europa. Le luci spendono in piena notte in tutta Italia, al contrario dell’Europa  e producono l’inquinamento luminoso che ci è stato più volte contestato dall’Unione europea.

Cottarelli propose un mini-piano, che non metteva in discussione la sicurezza dei cittadini e delle strade, con risparmi pari a 400 milioni di euro l’anno e investimenti pubblici, per sostituire impianti obsoleti e energivori con la moderna tecnologia LED, per 250 milioni di euro. Che fine ha fatto la proposta del commissario? Quando il governo Renzi si deciderà a spegnere qualche luce, e ridurre così uno spreco incredibile?

PER APPROFONDIRE: Lampade led, l’Europa delle lobby rinvia al 2018 il loro uso obbligatorio

Ultime Notizie: