Questo sito contribuisce all'audience di

Vecchi sacchi per il cemento tornano a vivere e si trasformano in borse. Il progetto emiliano di Fabrica (foto)

Dare nuova vita ai sacchi di cemento è possibile. Con un progetto italiano, nato in Emilia Romagna grazie ad Angelo Grassi e al suo studio di design Fabrica, che li trasforma in borse femminili, maschili e shopping bag. Tutto all'insegna dell'ecosostenibilità e del riciclo.

IN CONCORSO
EDIZIONE 2017
Vecchi sacchi per il cemento tornano a vivere e si trasformano in borse. Il progetto emiliano di Fabrica (foto)
Come riciclare sacchi per cemento (Foto: www.angelograssi.it)
di
Condivisioni

COME RICICLARE SACCHI PER CEMENTO

Il progetto nasce a Gambettola, in Emila Romagna. Il suo artefice è Angelo Grassi e il suo studio di design e progettazione nato nell’ex cementificio S.I.C.L.I di Gambettola, un luogo che oggi è divenuto Fabrica ed è destinato non solo alla progettazione ma anche alle mostre e agli eventi espositivi. L’idea è realizzare borse attraverso il recupero di sacchi di carta, precedentemente utilizzati per contenere cemento e calce.

LEGGI ANCHE: Calze di lana: con il riciclo creativo si trasformano in curiosi guanti e tappeti (Foto)

Riciclo creativo sacchi cemento: possono trasformarsi in borseRICICLO SACCHI PER IL CEMENTO, COME NASCE IL PROGETTO

Angelo Grassi è un designer emiliano. La sua prima esperienza giovanile consiste nella stampa a mano sulle tele di canapa. Come designer, Grassi inizia a progettare oggetti di arredamento frutto di una ricerca sul legno e ferro, svolta all’insegna dell’ecosostenibilità. Si fa spazio così l’idea di unire il design al riuso. Nasce quindi il progetto di riconvertire l’ex-cementificio di Gambettola in spazio creativo e funzionale in cui realizzare, tra gli altri progetti, le borse con i sacchi del cemento.

MOD.SICLI

BORSE CON SACCHI PER IL CEMENTO

Si tratta di una linea di borse creata attraverso il riciclo dei sacchi di carta dell’ex cementificio, attuale sede dello studio di design. I sacchi, usati originariamente per il cemento e la calce, sono trattati con prodotti naturali. In particolare, la carta è  lucidata e resa impermeabile mediante l’uso di un protettivo naturale trasparente. Le borse sono confezionate artigianalmente e con grande cura e attenzione ai dettagli e hanno gli interni foderati in cotone, di vari colori, nero, verde o blu. Della linea fanno parte modelli femminili, maschili e shopping bag. Grazie a queste borse, il materiale cementizio acquista una veste nuova e diventa, per la prima volta, un materiale per creare manufatti di uso quotidiano.

GLI ACCESSORI PER LE DONNE CHE NASCONO DAL RICICLO:

Il progetto è in concorso per l’edizione 2017 del Premio Non Sprecare. Per conoscere il bando e partecipare vai qui! 

Se il progetto ti è piaciuto condividilo su Facebook, Twitter e G+!

LEGGI ANCHE:

Ultime Notizie: