Questo sito contribuisce alla audience di

Swap party: cos’è e le regole d’oro per organizzarlo al meglio divertendosi

Dalla scelta della location all’organizzazione dello scambio di vestiti ai baby swap party, ecco tutti i consigli utili per fare shopping in stile “non sprecare”, senza rinunciare allo stile.

Swap party: cos’è e le regole d’oro per organizzarlo al meglio divertendosi
Come organizzare uno swap party e scambiare vestiti e accessori con le amiche
di

COME ORGANIZZARE UNO SWAP PARTY -

A chi non è capitato di ricevere in regalo una maglietta o una giacca non esattamente del proprio stile? Quante sciarpe finite nel fondo dell’armadio, quanti maglioni mai messi. Eppure proprio ciò che a noi può non piacere, per qualcun altro può rivelarsi invece un capo imperdibile. Perché allora non provate ad organizzare uno swap party?

LEGGI ANCHE: Alcuni semplici consigli utili per rinnovare il guardaroba senza mettere mani al portafoglio

COS’È UNO SWAP PARTY -

Anche nel lifestyle italiano si sta infatti diffondendo la tendenza tutta anglosassone delle feste in cui è possibile scambiarsi capi d’abbigliamento, accessori ma anche mobili e oggetti vari: l’importante è che siano tutti in ottimo stato. Il nome deriva dal termine inglese “to swap”, che significa appunto “scambiare”.

Un modo per rinnovare il proprio guardaroba o dare un tocco di originalità alla casa senza spendere nulla e in maniera ecosostenibile attraverso il recupero e il riuso di materiali che altrimenti finirebbero gettati via. Barattare un capo che non piace più o non si può più indossare o un oggetto di cui non si ha più necessità permette di fare shopping in stile “Non sprecare”, senza rinunciare allo stile.

REGOLE DELLO SWAP PARTY -

Vediamo allora, passo per passo, quando e come organizzare un divertente swap party:

  • QUANDO ORGANIZZARE UNO SWAP PARTY

I periodi giusti per organizzare uno swap party sono senza dubbio quelli del cambio stagione in cui conservando o riportando nell’armadio i vestiti estivi o invernali ci rendiamo conto dei capi che di sicuro non indosseremo più ma che, allo stesso tempo, ci dispiace buttare via.

  • COME INVITARE GLI AMICI A UNO SWAP PARTY

Quello dell’organizzazione dello swap party può rivelarsi un momento molto divertente. Per cominciare, il modo migliore per invitare tutti gli amici è senza dubbio quello offerto dai social network: ad esempio potreste creare un evento e inviarne l’invito a tutti i propri contatti. Ottime anche le mail. Se poi volete rendere originale l’invito, associate a quello virtuale anche una cartolina da consegnare a mano ai vostri amici.

  • LA LOCATION DELLO SWAP PARTY

Scegliete un posto spazioso, facilmente raggiungibile da tutti anche con i mezzi pubblici: tutto dipende ovviamente dal numero di persone che prenderanno parte allo swap party. Se si tratta di un evento ristretto al proprio gruppo di amici allora è possibile organizzare il tutto anche in casa, al contrario si potrebbe optare per l’affitto di una sala.

Una volta scelta la location, è fondamentale fare in modo che si tratti di un ambiente accogliente in cui le persone possano anche socializzare. Prevedete sempre un piccolo buffet accompagnato da musica rilassante. Meglio ancora se il buffet viene allestito con prodotti tipici locali o dolci e altre pietanze preparate in casa.

  • COME FUNZIONA LO SWAP PARTY

Tutti i partecipanti portano con sé un certo numero di capi che poi vengono divisi in categorie sulla base della marca, della qualità e così via. Ad ogni capo viene assegnato un cartoncino colorato su cui viene indicato il valore di scambio: questo consente di poterlo scambiare con articoli della stessa categoria e valore. Fatto questo, ai partecipanti non resta che accordarsi l’uno con l’altro sullo scambio dei rispettivi articoli. Per favorire lo scambio ed evitare che si accumulino troppi capi, stabilite il numero massimo di prodotti che ogni persona può portare con sé.

Prevedete inoltre la presenza di un camerino in cui i partecipanti allo swap possano provare i diversi capi. E se possibile, invitate anche uno stylist in grado di fornire consigli preziosi su come abbinare perfettamente i vari capi.

I consigli per organizzare al meglio uno swap party

  • BABY SWAP PARTY

I bambini si sa, crescono in fretta e succede spesso che i capi che fino a qualche tempo prima calzavano perfettamente, ad un certo punto diventano troppo piccoli. Le mamme lo sanno, a volte se il bambino ha ricevuto tanti vestitini in regalo, non si fa neppure in tempo a farglieli indossare tutti che è già cresciuto. Un motivo in più per non sprecarli e scambiarli con i capi inutilizzati dagli altri bambini.

CONSIGLI PER UNO SWAP PARTY PERFETTO -

Infine, per fare in modo che il vostro swap party si trasformi in un evento indimenticabile ricordate che:

  • Uno swap party non è un mercatino delle pulci pertanto tutti i capi devono essere nuovi e in ottimo stato;
  • No a capi vecchi che non vogliamo più, rovinati o sporchi;
  • Il principio alla base degli swap party è quello della condivisione: scegliere di donare la merce non scambiata ad una onlus locale potrebbe rivelarsi una bella iniziativa solidale.

PER APPROFONDIRE: Dal bookcrossing al toycrossing, anche “condividere” vuol dire non sprecare

Ultime Notizie: