Sign up with your email address to be the first to know about new products, VIP offers, blog features & more.
[mc4wp_form id="5505"]
Questo sito contribuisce all'audience di

Cucina, i consigli per organizzarla e tenerla sempre in ordine (foto)

Tenete sempre un inventario dei piccoli elettrodomestici. Separate utensili dal cibo. Poco spazio? Usate i piani rialzati. Come fare il decluttering in cucina

Condivisioni

COME ORGANIZZARE LA CUCINA

Come si tiene in ordine la cucina? E come si organizza il suo spazio, specie quando è molto piccola? Stiamo parlando della stanza più trafficata della casa, dove spesso accumuliamo oggetti fuori uso e non più utilizzabili. E dove il disordine regna sovrano. Eppure una semplice attività di decluttering dedicata specificamente alla cucina è possibile, a condizione però di scegliere il metodo giusto.

LEGGI ANCHE: Le cose che non vanno mai in lavastoviglie. Utensili da cucina, padelle di ghisa, grattugie

ORGANIZZAZIONE IN CUCINA

Primo: fare una checklist

Prima di iniziare il riordino vero e proprio è importante avere su carta o su smartphone, per le più tecnologiche, una sorta di inventario relativo ai piccoli elettrodomestici, i bicchieri, le stoviglie ed i tegami, ai piccoli utensili e le posate e il cibo in dispensa e in uso. Una volta fatto ciò sarà importante assegnare ad ogni categoria, compresa quella dei grandi elettrodomestici (forno, congelatore, frigorifero, microonde) lo spazio necessario, avendo cura di eliminare il rovinato, rotto, spaiato o non funzionante, regalare o vendere l’inutilizzato e gettare il cibo prossimo alla scadenza. La regola è solo una: tenere separati gli utensili dal cibo e i piccoli elettrodomestici dalle stoviglie, e così via.

Secondo: suddividere tutto in piccoli obiettivi e pulire tutto, frigo e freezer compresi

Una volta pianificato gli spazi e cosa ci si deve mettere, non facciamo il passo più lungo della gamba. Non pensiamo di riuscire a rimediare alla mancanza di organizzazione in una task force di una giornata intera: ci demotiverà, impedendoci di proseguire. Suddividiamo ciò che c’è da fare in una serie di compiti più leggeri, da svolgere di volta in volta per non più di mezz’ora. Meglio andare piano, ma lontano. Inoltre, se ci accorgiamo di avere poco spazio nelle nostre cucine possiamo ricorrere a piccoli ma fondamentali espedienti per ricavarne. Un esempio? Piani rialzati, cestelli che si agganciano agli scaffali o scatole dal coperchio trasparente.

come organizzare la cucina

A ogni cosa il suo posto, il decluttering in cucina

Terzo: a ogni cosa il suo posto. E stop all’accumulo seriale

E’ fondamentale, prima di passare alle operazioni di riordino ed organizzazione, pensare all’operazione cosiddetta di space clearing. Liberare lo spazio da ciò che non si usa, da ciò che è superfluo, dall’accumulo di tutti quei piccoli oggetti che in cucina non servono o, in realtà, non sono mai serviti. Infine, organizzare per destinazione d’uso. Paolo Teverini, chef romagnolo con la passione per le cucine ben organizzate, in un’intervista alla giornalista Daniela Faggion, consiglia a chi si diletta in cucina di non esagerare con l’acquisto di pentole e tegami o gadget iper professionali e costosissimi che, nella pratica, non servono quasi mai. In frigo ed in dispensa, poi, occhio alle scadenze, e a non cedere alla tentazione di comprare scorte in offerta per non sprecare cibo e spazio.

Il segreto è dividere in piccoli spazi per ogni piccola categoria (prodotti per la colazione, spezie, utensili, piccoli elettrodomestici, etc.) e verificare le nostre reali necessità. Non serve un servizio da 12 persone quando abbiamo spazio solo per 6.

Infine, tenere pulito e in ordine volta per volta è il segreto per una cucina vissuta ma impeccabile. Evitiamo di lasciare piatti sporchi nel lavandino, la tavola da sparecchiare e cibo da riporre in dispensa. Quindici minuti al giorno saranno sufficienti. Un ultimo consiglio: evitare il legno, preferire piani di lavoro e tavoli in materiali più semplici da pulire.

IDEE PER L’ORGANIZZAZIONE DELLA CASA