Sign up with your email address to be the first to know about new products, VIP offers, blog features & more.
[mc4wp_form id="5505"]
Questo sito contribuisce all'audience di

Cani e gatti, i consigli per educarli bene e farli felici. Senza cedere a manie, come l’idromassaggio

La spesa degli italiani per cani e gatti si aggira attorno a 2 miliardi di euro l'anno. Tanti soldi, ma anche alcuni sprechi. Per farli felici basta poco. Per esempio ricordarsi che hanno bisogno di spazio, ozio e gioco.

di Posted on
Condivisioni

COME FARE FELICE UN CANE

Innanzitutto: non viziateli. Per conquistare l’amore e la compagnia di cani e gatti, e anche per educarli, non è necessario sconfinare nelle manie, nelle ossessioni e nello spreco. A che cosa può davvero servire uno smalto per animali domestici? Oppure pellicce, cappottini e cuscinetti? E come può venire in mente a qualcuno, cosa che invece accade, di pagare il conto di un idromassaggio per un cane?

Vi sembrerà strano, ma anche questi oggetti e questi sfizi fanno parte di una lunga lista della spesa degli italiani per i loro cani e gatti: in totale circa 2 miliardi di euro l’anno. Soldi, in alcuni casi, davvero sprecati, anche se più della metà di questa cifra è rappresentata dal costo di scatolette e crocchette. Solo per i cani, spendiamo infatti, 309 milioni di euro in scatolette e 814 milioni in crocchette.

Se davvero vogliamo conquistare i nostri cani e i nostri gatti, obiettivo condivisibile visto che si tratta di compagni di vita, cerchiamo allora di restare con i piedi per terra. E in modo semplice, ma molto efficace, diamoci da fare ad applicare alcune regole. Come quelle che indichiamo qui.

LEGGI ANCHE: Cani in casa, nessuno può opporsi nel condominio. Ma attenzione a 5 cose

COME RENDERE FELICE UN CANE

Ecco 10 regole che potete tenere presente quando vi cimentate con questo tipo di impegno:

  1. Più empatia, meno guinzaglio. Lasciate il cane più libero possibile, anche in casa. Per i suoi movimenti, per  il calore che cerca e trova nell’ambito della famiglia. Usate il guinzaglio solo quando è necessario, e dialogate con lui: l’empatia è il primo modo per educarlo bene.
  2. Concedete i suoi spazi. Il cane, come l’uomo, vive di abitudini, anche  per i suoi spazi. Quindi stabilite il posto dove deve dormire, preferibilmente non nella vostra camera da letto, e dove mangia. La sua vita sarà più regolare e dunque più serena.
  3. Rispettate gli orari. Avete presente l’ora della pappa per i bambini? O l’appuntamento canonico con il bagnetto? Con i cani è lo stesso. Devono mangiare con regolarità (preferibilmente una sola volta al giorno, la mattina presto) e uscire di casa per fare i loro bisogni con regolarità (almeno due volte al giorno).
  4. Educate, non addestrate. Ricordate che il cane, come un figlio, si educa e non si addestra. Quindi evitate tutti gli atteggiamenti e le richieste, per esempio sulle posizioni da assumere, che ricordano i giochi del circo.
  5. Parlate non imponete. Anche per il cane l’educazione è sempre un metodo bilaterale: voi chiedete e ricevete, e viceversa. Non urlate, se non è necessario, i vostri ordini e cercate di essere convincenti. Rimproveratelo facendogli capire dove sbaglia, per esempio quando fa la pipì in casa.
  6. Non dimenticate le vaccinazioni. Scegliete il vostro veterinario di riferimento e affidategli con continuità il cane. A partire dalle vaccinazioni che vi indica che sono indispensabili.
  7. L’importanza della passeggiata. Per il cane la passeggiata non è soltanto un momento essenziale per fare i propri bisogni. C’è molto altro. Consente di sfogarsi, di socializzare con il mondo esterno, di fare attività fisica, e quindi esercizio in modo che non ingrassi. Lo rilassa e lo rende meno aggressivo.
  8. A contatto con i bambini. I cani crescono meglio e sono più felici se sentono la compagnia, il calore, di una famiglia che li accoglie. Molto utile in proposito la compagnia dei bambini con i quali i cani imparano presto a giocare ed a dialogare.
  9. Un cane fa parte della famiglia. Quando un cane entra in casa non è un ospite temporaneo: ne diventa un componente essenziale. Un nuovo membro della famiglia. Fatelo capire con i vostri atteggiamenti e con il vostro modo di dialogare con lui.
  10. Mai abbandonarlo. Cercate sempre di non lasciare il cane da solo in casa troppo a lungo. Se uscite, e nessuno può accudirlo, datevi un tempo per rientrare. Da solo il cane si sente abbandonato e rischia di intristirsi.

QUANTO VALGONO GLI ANIMALI NELLA NOSTRA VITA: