Questo sito contribuisce alla audience di

Stagione dei saldi: come evitare fregature. Le 10 regole per riconoscere truffe e finti sconti

Ricordate che tutti i negozi sono obbligati ad esibire il prezzo iniziale, la percentuale di sconto, e il costo finale e, se nonostante tutti gli accorgimenti, vi accorgete di essere stati raggirati, rivolgetevi al Codacons o ai Vigili Urbani.

Stagione dei saldi: come evitare fregature. Le 10 regole per riconoscere truffe e finti sconti
Come evitare fregature con i saldi
di
Condivisioni

COME EVITARE FREGATURE CON I SALDI -

Ci sono tanti consumatori che non aspettano altro: la stagione dei saldi. Invernali ed estivi. L’idea non è da scartare come principio, in quanto, specie in un momento nel quale i consumi non sono ancora tornati a livelli “normali”, i saldi possono essere davvero convenienti per chi non è finito, per esempio, nella trappola degli acquisti natalizi compulsivi e non ha più nè mezzi nè voglia di shopping.

Un periodo quello dei saldi, in cui si possono fare dei veri e propri affari con i propri acquisti. Attenzione però a non incorrere in qualche fregatura: valutate se dietro lo sconto del 70 per cento all’inizio dei saldi non si nasconde un ritocchino al prezzo del prodotto che state acquistando.

LEGGI ANCHE: Saldi, scegliete i negozi sotto casa. Risparmiate e salvate l’anima del quartiere

COME EVITARE TRUFFE E FINTI SCONTI CON I SALDI -

Ecco allora tutta una serie di consigli utili per non farsi ingannare e non sprecare denaro:

1) In genere tutti noi, abbiamo già in mente uno o due prodotti che vogliamo acquistare all’inizio dei saldi: è buona norma confrontare il prezzo del prodotto scelto prima e dopo l’avvio della campagna dei saldi. Un trucco utile può essere quello di fare un giro per negozi prima che vengano applicati gli sconti in modo da segnarsi il prezzo, magari provare anche la taglia giusta nel caso in cui si tratta di capi di abbigliamento e poi procedere direttamente con l’acquisto i primi giorni dei saldi, evitando così lunghe code.

2) Verificate bene che il prodotto esposto in vetrina e quello offerto in negozio coincidano.

3) Se del capo che vi interessava non siete riusciti a trovare la taglia ma non volete rinunciare, prima di acquistare quella più piccola o più grande, aspettate i secondi ribassi, potreste pagarlo ancora meno.

4) Ricordate che tutti i negozi sono obbligati ad esibire il prezzo iniziale, la percentuale di sconto, e il costo finale.come-evitare-fregature-con-i-saldi (2)

5) Confrontate più offerte.

6) Diffidate dagli sconti superiori al 60 per cento: potrebbe trattarsi di articoli vecchi o di prezzi gonfiati.

7) Se possibile, scegliete sempre i negozi di fiducia per i vostri acquisti. In questo modo non avrete brutte sorprese per quanto riguarda il prezzo e la qualità dei capi.

8) Conservate sempre lo scontrino fiscale per far rispettare il diritto di cambio del prodotto se difettoso.

9) Se il negozio espone in vetrina l’adesivo delle carte di credito e dei bancomat è tenuto ad accettarli per i pagamenti, e senza costi aggiuntivi.

10) Se, nonostante tutti gli accorgimenti, vi rendete conto di essere stati raggirati, rivolgetevi al Codacons o ai Vigili Urbani.

PER APPROFONDIRE: Shopping compulsivo, ecco 7 segnali per capire se davvero ne soffrite

LEGGI ANCHE:

Ultime Notizie: