Questo sito contribuisce all'audience di

Come e quanto dare da mangiare ai cani: 10 errori da evitare per una dieta equilibrata

Nell’alimentazione dei nostri amici a quattro zampe per prima cosa bisogna evitare l’improvvisazione. Sono molti infatti gli errori che si fanno in buona fede, ad esempio: dargli da magiare la cioccolata, fortemente tossica, o le ossa di pollo e tacchino che rischiano di farli strozzare

Come e quanto dare da mangiare ai cani: 10 errori da evitare per una dieta equilibrata
di
Condivisioni

COME DARE DA MANGIARE AL CANE

Una dieta equilibrata è importante non solo per l’uomo ma anche per gli animali: proteine, carboidrati, grassi, vitamine e sali naturali. Anche il cane, come l’uomo, rischia l’obesità, specie le razze più “affamate” (ci sono cani che non finirebbero mai di mangiare), e problemi cardiovascolari legati al peso eccessivo. E anche il cane, come l’uomo deve mangiare secondo un certo metodo che riguarda gli orari, il luogo dove si consuma il cibo e le modalità dell’alimentazione.

LEGGI ANCHE: In ufficio con il proprio cane: ecco le aziende italiane in cui è possibile

COSA DARE DA MANGIARE AL CANE

Ecco perché la prima cosa da evitare nell’alimentazione dei cani è l’improvvisazione. Un modo con il quale rischiamo di fare danni seri ai nostri più amati animali domestici. Al contrario, un minimo di metodo, a partire da questi 10 errori da evitare che vi raccontiamo, ci danno la sicurezza di crescere bene il nostro compagno di vita.

  • A ciascuno la giusta dose. Il quantitativo di cibo necessario varia in base all’età, al tipo di vita che conduce il cane, alla razza e allo stato fisiologico. Ad esempio uno yorkshire ha bisogno di 200 calorie al giorno, un pastore tedesco invece di 1680. Inoltre ai cani adulti che fanno molto attività fisica, come quelli che possono scorrazzare tutto il giorno in giardino, o che sono feriti la razione di cibo va aumentata del 20 – 30 per cento in più rispetto al normale.
  • Non più di due pasti. È buona pratica non appesantire troppo l’apparato digerente del proprio cane con un unico pasto al giorno. L’ideale sarebbero due ben distribuiti nella giornata e mai di più.
  • Orari regolari. Nei limiti del possibile è bene abituare i propri amici a quattro zampe a mangiare sempre agli stessi orari. In particolare evitare le ore troppo tarde della sera perché il cane ha necessità di espletare i propri bisogni a poche ore dal pasto.
  • La scelta tra cibo preparato e croccantini. L’alimentazione del cane deve essere calibrata sulle sue specifiche esigenze nutrizionali. Per questa ragione in generale, se non si ha troppo tempo per “studiare” quali e quanti alimenti preparare, è meglio affidarsi ai croccantini che garantiscono un buon equilibrio.
  • Come regolarsi con avanzi di cucina. Alimentare un cane esclusivamente con gli avanzi di cucina è un gravissimo errore perché il loro apparato digerente è molto più delicato del nostro.
  • No a cibi troppo freddi o troppo caldi. Il cibo avanzato va conservato in frigo per evitare che si rovini, ma prima di darlo al vostro cane lasciatelo almeno mezz’ora a temperatura ambiente.
  • Attenzione alle ossa. I cani amano le ossa ma è necessario fare molta attenzione a quelle di tacchino, pollo e coniglio perché a causa delle dimensioni ridotte e della limitata consistenza, possono rompersi e ridursi a piccole schegge, molto pericolose per l’esofago e lo stomaco dei nostri amici a quattro zampe.
  • Zero cioccolata. Fate attenzione a non dare la cioccolata al vostro cane perché è un cibo altamente tossico. Bastano solo 50 grammi di fondente per uccidere un cane di piccole dimensioni.
  • Niente cipolle e aglio. Non è vero che cipolla e aglio fungono da antiparassitari nei cani. Tutt’altro, la prima addirittura può causare gravi anemie, in alcuni casi letali per questi animali.
  • Non cambiare sempre posto. Il rito del cibo ha le sue regole, quindi anche il “dove” è molto importante. Per trasmettere al cane un senso di sicurezza e farlo mangiare con maggiore serenità è bene, quando possibile, utilizzare sempre lo stesso posto.
  • Gradualità nello svezzamento. Questo è uno dei momenti più importanti della vita di un cane. Essendo il loro apparato digerente molto delicato è necessario non passare da un giorno all’altro da una dieta a base di latte a cibo fresco o ai croccantini. Il passaggio per non creare danni deve essere graduale.

LE COSE ESSENZIALI CHE DOVETE SAPERE SE VOLETE UN CANE IN CASA

Come giocare con il proprio cane, e tutti i vantaggi che ne derivano dal divertirsi insieme

Come fare una cuccia per cane fai da te con uno dei vecchi maglioni inutilizzati

Barf, la dieta naturale per mantenere i nostri cane in salute e vederli vivaci e felici

Dove andare in vacanza con il proprio cane: le strutture e le spiagge dog-friendly

Come tenere la casa pulita e in ordine anche con un cane

Ultime Notizie: