Sign up with your email address to be the first to know about new products, VIP offers, blog features & more.
[mc4wp_form id="5505"]
Questo sito contribuisce all'audience di

Verdure fresche: come conservarle correttamente. 5 modi per farle durare più a lungo

Broccoli, cavolfiori, sedano in basso e cetrioli, peperoni e zucchine in alto. Ecco come organizzare la dispensa e alcuni consigli pratici per non ritrovare in frigo pomodori ammuffiti e verdure appassite.

da Posted on
Condivisioni

COME CONSERVARE LE VERDURE

Una volta cotte le verdure possono essere conservate al massimo per un paio di giorni. Esistono però qualità di verdura che si deteriorano più facilmente rispetto ad altre: patate, pomodori, cipolle o legumi devono essere lasciate a temperatura ambiente per evitare che il freddo le danneggi. Ecco 5 modi per preservarle più a lungo.

LEGGI ANCHE: Frutta, ortaggi e verdure, scegliete sempre quelli di stagione. Più sapore, meno costi

COME CONSERVARE LE VERDURE FRESCHE

Prima di lavare la verdura, è importante differenziare le tipologie: cavoli, bietole e broccoli sono verdure robuste dalle fibre non troppo fragili, anche se vengono tagliate e lavate non si guastano più velocemente. Invece è consigliabile lavare sul momento foglie morbide e erbe, perché troppo delicate. Occorre rimuovere elastici o spaghi dai prodotti per evitare di danneggiare le fibre e permettere una circolazione omogenea della linfa. Inoltre si consiglia di tagliare i ciuffi erbacei da ravanelli, carote, barbabietole e rape che assorbono umidità dalle verdure facendo perdere sapore e tonicità.

Se decidete di lavare prima le verdure, assicuratevi sempre di asciugarle bene. Con foglie di prezzemolo, coriandolo e spinaci utilizzate prima uno scola-insalata e poi riponeteli in frigo avvolti in della carta assorbente, da ricambiare ogni due giorni.

Per mantenere i colori vivaci e le fibre fresche utilizzate sacchetti di plastica multistrato. Infatti in un ambiente né troppo umido né asciutto (come il frigo) le verdure continueranno a rilasciare acqua e vapori. Occorre quindi tenere la busta di plastica in parte aperta o bucarla in modo che l’umidità non rimanga intrappolata. Si possono usare più volte le stesse buste, lavandole e poi asciugandole dopo ogni utilizzo.

Lo scola-insalata è lo strumento ideale per conservare in frigorifero lattughe e foglie delicate, fino a un paio di settimane, perché il supporto interno forato solleva la verdura dal fondo del contenitore dove solitamente si accumula l’acqua rilasciata. Se invece utilizzate dei contenitori in plastica, foderateli con carta assorbente.

Ogni scomparto del frigo ha una temperatura diversa: il cassetto in basso è più umido, quindi adatto a frutta e verdura, ma anche per riporre broccoli, cavolfiori, sedano, fagioli verdi e verdure a foglia. Invece nei ripiani superiori, più freddi, si consiglia di mettere cetrioli, peperoni e zucchine e verdure sensibili alla temperatura.

PER APPROFONDIRE: Dado granulare fai da te, ecco come prepararlo in casa e non sprecare gli scarti delle verdure rimasti in frigo

COME CONSERVARE FRUTTA E VERDURA IN FRIGORIFERO

In frigo lasciate spazio ai prodotti cercando sempre, se possibile, di dividere frutta e verdura in contenitori differenti, ma anche in scompartimenti separati. Gran parte della frutta è climaterica, rilascia cioè gas etilenico che assicura il processo di maturazione anche dopo la raccolta. Questo prodotto vegetale gassoso può deteriorare anche i tessuti dei prodotti vicini.

LE MIGLIORI RICETTE CON LE VERDURE:

  1. Polpette di farro: una ricetta ricca di proprietà importanti, che recupera le verdure avanzate
  2. Lasagna vegetariana, le ricette migliori per non sprecare verdure e formaggi (foto)
  3. Brodo vegetale: come prepararlo nel modo migliore, con le verdure giuste e un tocco di zenzero
  4. Minestrone con il pesto, la ricetta ideale con le verdure fresche e i legumi
  5. Ricette con gli scarti di verdure e ortaggi, le migliori per sprechi zero