Sign up with your email address to be the first to know about new products, VIP offers, blog features & more.
[mc4wp_form id="5505"]
Questo sito contribuisce all'audience di

Come coltivare l’ibisco in giardino. E come moltiplicarlo per innesto

Attenzione a scegliere il luogo giusto per piantarlo: una zona di buona esposizione al sole. Si può coltivare anche in un vaso. Non esagerate con la concimazione. La moltiplicazione per innesto va fatta da dicembre a febbraio.

Condivisioni

COME COLTIVARE IBISCO –

Volete in giardino o in terrazza dei fiori belli, colorati e allegri? Fate un pensiero sull’ibisco, una pianta che con centinaia di varietà, con la sua altezza (può arrivare fino a 2 metri) e con i suoi fiori coloratissimi, può dare anche un tocco tropicale al vostro spazio verde. Delle diverse qualità esistenti, la più diffusa in Italia è l’hibiscus syriacus, una delle più belle proprio per i colori.

COME COLTIVARE L’IBISCO IN VASO O IN GIARDINO –

Ecco come si coltiva l’ibisco, facendo attenzione alle cose da fare nelle diverse stagioni. Anche in pieno inverno.

LEGGIA ANCHE: Come coltivare le orchidee in vaso e vederle fiorite ogni anno

  • COME PIANTARE L’IBISCO

Potete coltivarlo in giardino o anche semplicemente in un vaso in terrazzo. Attenzione soltanto a scegliere il luogo giusto: sono piante che sanno adattarsi molto bene ai climi estremi, sia d’estate sia d’inverno, resistono perfino a temperature – 15, ma hanno bisogno di un’esposizione al sole.

  • QUANDO SI PIANTA L’IBISCO

La stagione per piantarlo è la primavera o, al massimo, l’autunno. Scegliete un contenitore giusto, almeno di 25 centimetri, e quanto al terreno l’ibisco, grazie all’apparato ramificato e profondo, si adatta a qualsiasi suolo, compresi quelli poveri. La migliore stagione per piantarlo  è la primavera, che si consiglia specie laddove in autunno piove molto.

  • TERRENO

Il terreno va tenuto umido, non intriso d’acqua. Annaffiate l’ibisco, che comunque ha bisogno di molta acqua, ogni volta che vedete il terreno secco.

  • COME CONCIMARE L’IBISCO

Le concimazioni vanno fatte a fine inverno, ma senza esagerare. Gli ibischi, specie quelli siriaci, sono piante molto frugali. A fine inverno potete somministrare un po’ di letame pellettato, da interrare leggermente. Per una pianta giovane, alta 30-40 centimetri, ne basta una manciata; per una pianta adulta ne occorre 1 chilo.

  • QUANDO POTARE L’IBISCO

La potatura è prevista per fine inverno, tagliando i rametti apicali, ma con moderazione allo scopo di far sì che il portamento della pianta sia morbido.

  • COME CURARE L’IBISCO

La moltiplicazione per innesto invece si esegue da dicembre a febbraio. Dalla varietà che si vuole moltiplicare si preleva una marza (il nesto) con tre coppie di gemme, lunga circa 10 centimetri e con un diametro di 0,5 centimetri, alla quale si foggia la punta a “becco di flauto”, per una lunghezza di circa 2 centimetri.

Una pianta di ibisco costa in un vaso di 16-18 centimetri, circa 9 euro per un’altezza tra 30 e 40 centimetri. Una pianta alta invece 1 metro e 20 centimetri in un vaso di 28 centimetri di diametro, costa 28 euro.

PER APPROFONDIRE: Come coltivare il ciclamino, una guida con tutte le indicazioni utili

LEGGI ANCHE: