Questo sito contribuisce alla audience di

Come coltivare l’aglio in vaso sul balcone: le indicazioni e i consigli utili

La coltivazione dell'aglio in vaso, sia in casa che sul balcone è molto semplice. Basta prendere uno spicchio, (purché sia bio) invasarlo e con poche cure e poco spazio avremo a disposizione l'aglio per tutto l'anno.

Come coltivare l'aglio in vaso sul balcone: le indicazioni e i consigli utili
Come coltivare l'aglio in vaso sul balcone
di

COME COLTIVARE AGLIO IN VASO - 

L’aglio, conosciuto già dagli antichi egizi, è un vero concentrato di virtù salutari. Ecco le più importanti: regola la pressione sanguigna, è un antibiotico naturale contro malattie gastrointestinali, abbassa il colesterolo “cattivo” e i trigliceridi, ha una funzione antitumorale e contiene ben 400 componenti curative.

Coltivare l’aglio in vaso, in casa o in balcone, è una operazione semplicissima che richiede poco spazio e poche cure. In particolare, l’aglio si pianta in autunno e basta uno spicchio, assolutamente bio e non trattato, per cominciare la coltivazione. Il periodo ideale va da ottobre a marzo: ottobre nelle regioni con climi temperati e marzo nelle regioni con climi più rigidi.

LEGGI ANCHE: Come coltivare lo zenzero in vaso sul balcone

EFFETTI BENEFICI DELL’AGLIO -

L’aglio è una pianta conosciuta fin dall’antichità per le sue proprietà curative. Lo troviamo nei papiri egizi, nell’antica Roma ed in Cina come medicina. Assumere aglio è consigliato per quelle persone che hanno problemi di ipertensione, malattie da raffreddamento e dell’apparato respiratorio. Aiuta inoltre a combattere le infezioni poiché è un vero e proprio antibatterico naturale. In più, fluidifica il sangue e abbassa la pressione favorendo la diuresi.

COME PIANTARE L’AGLIO -

Dopo aver scoperto i benefici che l’aglio apporta al nostro
organismo abbiamo le giuste motivazioni per cominciare la sua coltivazione. Innanzitutto, vi consigliamo di rivolgervi ad un vivaio in modo da farvi indicare qual è il tipo di aglio più adatto in base alla vostra zona di appartenenza. In generale va benissimo anche partire da un aglio comperato al supermercato purché sia bio e non trattato.

L’aglio non ha bisogno di un vaso particolare o di terreno speciale come altre piante, sappiamo però che mal sopporta i ristagni d’acqua per cui è bene che non se ne formino mai. Piantate i vostri bulbilli (spicchi d’aglio) con tutta la buccia, a 5 cm di profondità, distanziandoli di circa 15/20 cm gli uni dagli altri. Questi daranno subito la piantina che fa anche un fiore molto bello e colorato. Annaffiate 2 volte a settimana fino all’estate.Come coltivare aglio in vaso: le indicazioni utili

QUANDO RACCOGLIERE L’AGLIO -

L’aglio è pronto quando gli steli verdi diventano gialli e secchi, di solito in piena estate: a quel punto è possibile estrarlo dalla terra e lasciarlo seccare all’aperto ancora per un paio di settimane fino a quando anche l’involucro esterno dei bulbilli non sarà diventato della consistenza della carta. A questo punto non vi resta che ripulirlo dal terriccio e utilizzarlo in cucina.

COME CONSERVARE L’AGLIO -

L’aglio si conserva in un contenitore forato, possibilmente in un luogo fresco e asciutto. In alternativa, ricavate delle trecce: belle da vedere e utili da riporre.

PER APPROFONDIRE: Come coltivare il basilico in vaso sul balcone

LEGGI ANCHE:

Ultime Notizie: