Questo sito contribuisce alla audience di

Combattere il diabete con gesti semplici

Combattere il diabete con gesti semplici
di

Per tenere sotto controllo il diabete 2, la forma più comune di malattia cronica, i farmaci non bastano. Occorre prestare attenzione ai gesti di ogni giorno: la dieta, l’attività fisica e le buone abitudini. Il libro “Il diabete si combatte al supermercato” di Alberto Bruno e Marco Accossato (Avallardi Editore) spiega in maniera semplice e completa come si manifesta la malattia, quali rischi comporta e come la si può prevenire e contrastare. Gli autori forniscono informazioni utili e consigli preziosi, validi non solo per chi soffre di diabete, ma anche come stile di vita e prevenzione generale. Vogliamo condividere con voi due consigli che ci sono sembrati di facilissima attuazione e molto illuminanti.

Masticare bene per digerire meglio
La prima digestione avviene in bocca, come ricordavano già gli antichi medici. Purtroppo siamo diventati così pigri che evitiamo tutti gli alimenti difficili da masticare: la car- ne deve essere morbida, le verdure cotte, la frutta tagliata a pezzi. Fateci caso: la pubblicità approfitta di questa nostra debolezza per evidenziare la sofficità dei propri prodot- ti: «Così morbido che si taglia con un grissino». Prodotti morbidi significa poche masticate, e giù un boccone dietro l’altro. Masticare almeno venti volte ogni boccone serve a gusta- re i sapori, a ridurre le dimensioni del cibo e ad agevolarne l’assorbimento grazie al lavoro degli enzimi. Invece di solito noi ci alimentiamo ma non gustiamo i cibi, perché non dia- mo agli aromi il tempo di raggiungere i recettori presenti sulla lingua e sul palato.
La masticazione permette ai centri cerebrali della sazietà e della fame di attivarsi o disattivarsi per segnalarci che non abbiamo più bisogno di cibo. Introducendo grandi quantità di alimenti in pochi minuti non diamo tempo al nostro cer- vello di capire se e quanto abbiamo mangiato.
E infine, una buona masticazione serve per ridurre le escursioni della glicemia, una funzione particolarmente im- portante per chi soffre di diabete.

La lista della spesa
La lista della spesa è fondamentale se si vuole mantenere l’autonomia di giudizio negli acquisti. Prima di uscire da casa prendiamo nota dei reali bisogni. Programmiamo i prossimi pasti in base alle esigenze e limitiamo gli acquisti a quanto ci occorre davvero.
La pianificazione dei pasti è sicuramente una delle man- sioni più difficili per chi gestisce la casa: la scelta degli in- gredienti e delle dosi richiede doti di economia domestica da non sottovalutare. Bisogna saper resistere alle offerte ed evitare di introdurre in casa prodotti sconsigliati, per non dover essere costretti in seguito a fare i fioretti. Meglio se acquistiamo prodotti di stagione, a chilometro zero, prove- nienti dalle campagne vicine. È un modo per favorire l’eco- nomia locale e prevenire l’abbandono della terra, limitando l’espansione degli impianti industriali. Potremo così portare sulla nostra tavola cibi più convenienti e saporiti, che con- tengono tutti gli elementi nutrizionali di cui il nostro corpo ha bisogno. Per quanto riguarda i cibi a lunga conservazione, non è il caso di fare grandi rifornimenti. L’eccesso di scorte induce un aumento del consumo di cibo e favorisce gli sprechi, an- che perché ciò che resta oltre la data di scadenza deve essere buttato via!

Ultime Notizie: