Sign up with your email address to be the first to know about new products, VIP offers, blog features & more.
[mc4wp_form id="5505"]
Questo sito contribuisce all'audience di

La lotta di Nina contro il cancro, vinta a colpi di sorrisi e con tanto colore (foto)

Anna Francesca Fiora è un’architetta di 29 anni che, grazie a cure all’altezza e a un'incredibile forza interiore, è riuscita a sconfiggere un linfoma di Hodgkin in una battaglia che ha voluto testimoniare con tanto coraggio su Instagram. Ora la malattia risulta essere in remissione completa, e Anna celebra il suo "ritorno alla vita"

Condivisioni

COMBATTERE IL CANCRO

Combattente contro il cancro. Così si definisce Anna Francesca Fiora, 29 anni, nel suo diario pubblico che ha deciso di tenere per rispondere a una diagnosi tremenda, quella di un tumore con metastasi in varie parti del corpo. Il “bastardo”, come lo definisce lei, è un linfoma di Hodgkin che però ha dovuto cedere il passo e battere in ritirata di fronte a cure all’altezza e a una straordinaria forza di volontà. Nina, questo il suo nickname su Instagram, ha infatti annunciato di aver effettuato l’ultima pet, dalla quale la malattia è risultata in remissione completa.

LEGGI ANCHE: I pazienti del Bambino Gesù a bordo di Nave Italia per alleviare la malattia (video)

 

• HODGKIN day 322 • If I had only two words to describe my joy those are: COMPLETE REMISSION!!! That mean Nina won, cancer 0! No more cancer for me, now I’ve to re establish my mind and my body. Back to life. 🌈🦄 unicorns for everybody 🦄🌈 • HODGKIN giorno 322 • Se mi dessero solo due parole per definire la gioia sarebbero: REMISSIONE COMPLETA!!! Nina ha vinto ed il cancro ha perso!!! Basta cancro ora, devo riprendere in mano la mia vita, il mio corpo e la mia mente. Il tempo della rinascita. 🌈🦄 Unicorni a tutti 🦄🌈 #unicornpower #ColourLifeAgainstCancer #fighforlife #bestrong #bepositive #positivity #positivevibes #positivethinking #positivelife #forgetcancer #cancermenot #ilcancrononmiferma #neverstop #photooftheday #cancerlife #lovelife #keepfighting #keepsmiling #joy #unicornsquad #nomorepain #nomorecancer #completeremission #backtolife photocredits @emanuele__basile glitteroso o glitteROSSO?

Un post condiviso da Nina Francesca (@ninaintown) in data:

LA LOTTA DI NINA CONTRO IL CANCRO

Una notizia che la giovane ha voluto descrivere su Instagram con queste parole: “Se mi dessero solo due parole per definire la gioia sarebbero: REMISSIONE COMPLETA!!! Nina ha vinto ed il cancro ha perso!!! Basta cancro ora, devo riprendere in mano la mia vita, il mio corpo e la mia mente. Il tempo della rinascita Unicorni a tutti”. Un vero e proprio inno alla gioia nel quale non potevano mancare gli unicorni, i suoi animali fantastici preferiti, simbolo di forza e di coraggio. Due tratti del carattere di questa giovane architetta che nel momento più difficile sono emersi con fierezza e le hanno permesso di sconfiggere un mostro a tre teste. Accanto alle cure ufficiali, infatti, Nina ci ha messo tanto del suo lanciando il messaggio che “si può guarire, motivo per il quale non bisogna mai arrendersi“. Messaggio condiviso da tutto lo staff delle Molinette di Torino che la ragazza vorrebbe tanto aiutare. In un’intervista al Corriere della Sera, rilasciata a Lorenza Castagneri, ha confidato di voler organizzare “un evento per raccogliere fondi per il Coes, il Centro onco-ematologico subalpino, che ha sede all’interno delle Molinette, e che mi ha guarita. Il mio obiettivo è far sì che il reparto diventi più young friendly. Mi piacerebbe dotarlo di un collegamento Wi-Fi e di un abbonamento a Netflix. Il linfoma di Hodgkin colpisce soprattutto giovani tra 16 e 30 anni. Vorrei regalare, a chi purtroppo dovrà seguire il mio stesso percorso, un ambiente più confortevole. Una seduta di chemioterapia dura sei ore: se nessuno ti accompagna è davvero una mattinata eterna”.

NINA COMBATTENTE CONTRO IL TUMORE

Oggi dopo i lunghi mesi di trattamento Nina può finalmente festeggiare e continuare a dare libero sfoggio di sorrisi e colori, che non l’hanno mai abbandonata in questo percorso. Ora, ovviamente, gli aspetta un lungo periodo di monitoraggio per assicurarsi che “il bastardo” sia effettivamente morto ma dopo una battaglia del genere, nulla può intimorirla. Dimostrazione ne è il fatto che vuole cambiare il nome del suo foto – diario: da  “#ColourLifeAgainstcancer” a  “Back to life”, “Ritorno alla vita“.

Le foto sono tratte dal profilo Instagram di Anna, ninaintown

COME AFFRONTARE AL MEGLIO LA MALATTIA

Ellie, la bambina disabile che ha imparato a nuotare grazie a Winter, un delfino senza coda

“Sei tu l’estate”, quest’anno il tormentone è opera dei giovani dell’Istituto tumori di Milano (video)

Andrea Stella, lo skipper in sedia a rotelle che sta attraversando l’oceano (foto)

Nadia lotta contro l’epilessia coltivando la sua passione di sempre: la pallavolo (foto)

Lee Duck-Hee, il tennista sordo che è più forte di chi ci sente

Nessun commento presente

Che ne pensi?