Sign up with your email address to be the first to know about new products, VIP offers, blog features & more.
[mc4wp_form id="5505"]
Questo sito contribuisce all'audience di

Dal bookcrossing al toycrossing: anche condividere vuol dire non sprecare

Abbiamo provato SempreBio a Milano, un posto dove fare una merenda sana o una pausa pranzo all'insegna della sostenibilità, fare la spesa e soprattutto scambiare libri e giocattoli

da Posted on
Condivisioni

BOOKCROSSING –

Vivere ecologicamente e non sprecare: noi cerchiamo ogni giorno di darvi degli esempi per farlo insieme, suggerendovi tanti gesti semplici e idee di risparmio e riciclo. Avete mai pensato che per non sprecare a volte basta semplicemente donare? A Milano c’è chi lo fa tutti i giorni in un piccolo angolo bio che si trova in zona Porta Venezia. Qui oltre a gustare un’ottima merenda fatta con ingredienti sani oppure a trascorrere una pausa pranzo in pieno stile bio, si possono scambiare libri e – da qualche tempo – anche giocattoli. Si chiama SempreBio, noi ci siamo stati e vogliamo raccontarvi com’è andata. Invitiamo tutti voi lettori a scovare altri posti dedicati al bio e al non spreco nelle vostre città! Condividere è la parola d’ordine!

LEGGI ANCHE: “Iocisto”, a Napoli la prima libreria ad azionariato popolare

TOYCROSSING –

I bambini sono cresciuti e non sono più interessati ai giochi di qualche anno fa? Oppure si sono semplicemente stancati dei soliti giocattoli? A questo ha pensato Mario, il “padrone di casa” di SempreBio, quando ha deciso di sperimentare il toycrossing. Ed è stato un vero successo: a partire dagli abitanti del quartiere, molte persone hanno cominciato a portare nel negozio giocattoli un po’ “datati” ma in buono stato. Dai peluche alle piccole palestre, dai vecchi “Sapientino” alle costruzioni: l’angolo dedicato ai giochi, nel negozio, si trasforma anche in una zona di intrattenimento per i più piccoli, che possono divertirsi mentre gli adulti si dedicano una meritata pausa a base di caffè, tè, tisane e una bella fetta di dolce.

SEMPREBIO MILANO –

Cos’altro si può fare da SempreBio oltre a leggere libri e scambiarli così come con i giocattoli? Prendere un caffè on un tè, gustare un frullato o un calice di vino, pranzare, fare la spesa (che può essere anche consegnata gratuitamente a casa vostra con mezzi ecologici), allattare nella quiete un piccolo e cambiargli il pannolino, partecipare a degustazioni ed eventi di cultura alimentare e non, incontrare gli amici (il negozio aderisce alle social street locali), entrare con il cane (sono disponibili anche croccantini vegetariani per gli amici a quattro zampe).

Bookcrossing Milano

Bookcrossing Milano (Fonte: https://instagram.com/irene__2oi5/)

BOOKCROSSING MILANO –

Fuori dal negozio troverete sempre una cassetta della frutta (altra idea di riciclo!) stracolma di libri. Bookcrossing e toycrossing funzionano allo stesso modo: si può prendere un volume o un gioco ed è gradito che si ricambi, lasciando nello stesso luogo un romanzo già letto che abbiamo piacere di donare a uno sconosciuto appassionato di lettura oppure il gioco tanto amato dai nostri piccoli che hanno voglia di sperimentarne uno nuovo o, per meglio dire, sconosciuto. Sì, perché molti dei giochi che potete trovare in questi luoghi di scambio, in commercio non si trovano quasi più. Rubati alle soffitte dove nessuno li avrebbe più guardati, ecco che tornano protagonisti i cubi che raccontano le storie, una per ognuna delle sei facce, i vecchi Lego, i peluche e le bambole dalle fogge un po’ antiquate, i giochi da tavolo con i quali noi adulti passavamo i pomeriggi della nostra infanzia. Che bello condividere i nostri ricordi di bambini con le nuove generazioni. Figli e nipoti non potranno che esserne affascinati!

E adesso vi lanciamo una sfida non sprecona! Chi di voi è pronto ad inaugurare un angolo di toycrossing nella propria città? E ne conoscete altri già esitenti che potete segnalarci? Tutti a caccia di libri e giocattoli dalla seconda vita!